L'arte della cicca masticata

Se a scuola l'attaccavate sempre sotto il banco, se da grandi vi resta regolarmente appicciata alle scarpe, beh, sappiate che c'è chi è riuscito a trasformare il gommoso fastidio... in arte.

nevilley3ugandanevilleysquirmelia6jansos1nevilley2salimfadhleysquirmelia1squirmelia2squirmelia3squirmelia4squirmelia52004113018321_8iber_58400_webiber_82759_webApprofondimenti
nevilley3uganda

Se passeggiando per le strade di Londra vi dovesse capitare di imbattervi in una piccola macchia colorata come quella della foto qui sopra, non calpestatela: vi rimarrebbe appiccicata alle scarpe una piccola e originale opera di street art contemporanea.
L'autore è Ben Wilson, 48 anni, londinese, che è riuscito trasformare un'antipatica forma di maleducazione e inquinamento urbano in una forma espressiva: Ben infatti, da oltre 6 anni, si cimenta nella colorazione e decorazione dei chewing gum gettati a terra dopo l'uso e spiacciaciati sui marciapiedi dalle scarpe dei passanti. 

nevilley

Passeggiando per le strade della capitale britannica non è raro vederlo sdraiato a terra alle prese con i suoi colori acrilici, intento a decorare queste piccole grandi maleducazioni di londinesi e turisti.

squirmelia6

La più ricca tra le collezioni di Wilson è nella zona di Muswell Hill, un sobborgo nella parte settentrionale di Londra dove l'artista risiede.
Le sue opere sono spesso dedicate a personaggi della zona: un mini epitaffio per l'amico postino scomparso prematuramente, un manifesto di solidarietà per i lavoratori della fabbrica licenziati, un piccolo benvenuto per il nuovo vicino di casa.

jansos1

Pittore e scultore da sempre, Wilson ha realizzato le prime opere in chewing gum 6 anni fa circa: stufo di veder vandalizzate statue e altre forme di arte più tradizionale, ha voluto trovare un mezzo espressivo nuovo e originale.

nevilley2

Wilson, una volta identificata la sua" tavolozza", la ammorbidisce con una fiammella e la rende omogenea con uno strato di vernice trasparente.
Applica sul chewing-gum 3 diversi strati di colore e poi asciuga il tutto a fuoco.

salimfadhley

Sono in molti a chidere a Wilson la realizzazione di opere personalizzate: negozi, professionisti, artigiani.... tutti vorrebbero un piccolo dipinto di fronte alla propria porta.
«Quando cammino per le strade della città, penso a cosa fare per ciascuno di loro» ha spiegato ai media l'artista.

squirmelia1

Wilson non è comunque nuovo a questo genere di forme espressive: nel passato si era già cimentato in altre singolari opere d'arte utilizzando come materiale di partenza i rifiuti.
Nel suo portfolio ci sono collage fatti con mozziconi di sigaretta e con sacchetti di patatine raccolti in discarica.

squirmelia2

Dedicata al fruttivendolo del quartiere.

squirmelia3

Secondo uno studio fatto dal ministero per l'ecologia tedesco, staccare dal marciapiede una gomma masticata richiede due minuti di tempo al costo di due euro.
In Italia si consumano ogni anno 23.000 tonnellate di chewing gum: se tutti le gettassero a terra, per pulire, non basterebbero 25 miliardi di euro.

squirmelia4

A costo di lasciare Ben Wilson senza lavoro, è meglio non gettare a terra i chewing gum: oltre che un gesto di maleducazione è anche un piccolo attentato all'ambiente. Una cicca impiega infatti più di 5 anni a decomporsi.

squirmelia5

Ma se proprio non potete fare a meno di masticare, masticate bio: la Chicza Rainforest Gum è un chewing-gum vegetale ricavato dal lattice (chicle) dell'albero del chicozapote (Manilkara zapota).
Naturale al 100% si appiccicherà comunque alle vostre scarpe, ma almeno sarà biodegradabile.

2004113018321_8

Le "Gum Blondes" (bionde gommose) di Jason Kronenwald, sono una collezione di ritratti di una decina di bionde famose, che vanno da Anna Kournikova a Britney Spears (nella foto) a Mariah Carey. Le opere sono un vero tributo alla cultura popolare e non tanto per i soggetti quanto per l'utilizzo di uno dei prodotti più popolari di tutti i tempi, la gomma da masticare. Questo materiale povero, usato solo dopo essere stato masticato, può essere trovato in tanti colori diversi, anche con toni molto accesi, permettendo all'artista di creare quadri senza l'uso di pennelli e colori.
Per un'opera servono 500 gomme ben masticate, così Kronenwald ha dovuto reclutare un vero e proprio esercito di masticatori.

iber_58400_web

Trovare una gomma da masticare per terra, specie se sotto la suola di una scarpa, non è sempre piacevole. Questo babbuino (gen. Papio) ospite del Kruger National Park, Sudafrica, non sembra però contrariato mentre prende confidenza con la cicca che qualcuno gli ha lanciato vicino. Tra tutti i primati i babbuini sono forse quelli più di "bocca buona". Le varie specie condividono infatti la capacità di accontentarsi, in mancanza di meglio, di una dieta a base di erba e radici, riuscendo così a colonizzare alcune aride aree della savana snobbate da scimmie più esigenti. In condizioni migliori però, il loro menù si arricchisce di frutta, semi, fiori, foglie, insetti e piccoli vertebrati. Sai chi ha inventato il bubble gum?
La cicca che non si attacca alle scarpe

[E. I.]

iber_82759_web

Vi capita mai di sentirvi osservati mentre passeggiate per strada? Se la risposta è sì, potrebbe non essere affatto una vostra paranoia. Probabilmente siete passati accanto a una delle curiose installazioni di Timm Schneiders, l'artista 28enne tedesco che si diverte a mettere gli occhi ai componenti di arredo urbano del suo paese: cestini della spazzatura, obliteratrici, posacenere e persino toilette pubbliche sfoderano, grazie alla sua creatività, sguardi da cartone animato. Un esempio di street art che strappa subito un sorriso.
Guarda anche l'arte della macchina sporca
E l'artista delle gomme da masticare riciclate
Arte (in) metropolitana: una forma di street art

Se passeggiando per le strade di Londra vi dovesse capitare di imbattervi in una piccola macchia colorata come quella della foto qui sopra, non calpestatela: vi rimarrebbe appiccicata alle scarpe una piccola e originale opera di street art contemporanea.
L'autore è Ben Wilson, 48 anni, londinese, che è riuscito trasformare un'antipatica forma di maleducazione e inquinamento urbano in una forma espressiva: Ben infatti, da oltre 6 anni, si cimenta nella colorazione e decorazione dei chewing gum gettati a terra dopo l'uso e spiacciaciati sui marciapiedi dalle scarpe dei passanti.