Un museo a cielo aperto grande come una città. O quasi

Benvenuti a Djerbahood, il progetto che - grazie all'opera di 150 street artist -  ha trasformato un villaggio tunisino in una delle più grandi mostre a cielo aperto del mondo. 

belem-01-01-site-djerbahoodbomk-01-01-site-djerbahoodc215-06-01-site-djerbahoodcuriot-01-01-site-djerbahoodevoca-01-01-site-djerbahoodfaith-01-01-site-djerbahoodkatre-01-01-site-djerbahood9303_1450989155175947_477517172730775495_n10441311_1448825022059027_2272387249522244312_n10468067_1453341144940748_4108994978364520183_n10505287_1450987068509489_2518183239689384646_n10540797_1450990211842508_8856861913781459494_n10552577_1448825212059008_7538083996820431081_n10553629_1450989991842530_6932070673325478794_n10610518_1450989801842549_451548438028544049_n10612636_1465373267070869_2029250346146292449_n10628502_1450990198509176_7303679669270490869_n10649993_1465367760404753_7846868023840631274_n10660374_1465367217071474_4113406314148686415_n10665141_1465372850404244_4551993159449203511_nApprofondimenti
belem-01-01-site-djerbahood

Mehdi Ben Cheikh è un professionista dell'arte o, meglio, della street art. Il suo lavoro e la sua passione lo portano organizzare grandi mostre in spazi destinati alla demolizione o da rivalorizzare. La sua ultima fatica è Djerbahood, uno dei più grandi allestimenti di street art al mondo che ha avuto come protagonisti 150 artisti impegnati sui muri di Er-Riadh, un villaggio sull'isola di Djerba, in Tunisia.

bomk-01-01-site-djerbahood

La mostra, che ha aperto ufficialmente lo scorso 20 settembre, ha coinvolto 150 artisti provenienti da 30 paesi. Tra i nomi di spicco che hanno prestato la loro opera sui muri di Er-Riadh ci sono BomK, Liliween, Shoof, Roa, C215, Faith47, Know Hope, Herbert Baglione, eL Seed e molti altri.

c215-06-01-site-djerbahood

Le opere sono state realizzate con il consenso del sindaco di Djerba e delle altre autorità locali e con il permesso dei singoli proprietari di muri e appezzamenti di terreno.

curiot-01-01-site-djerbahood

La realizzazione delle opere ha richiesto circa due mesi di lavoro durante i quali gli artisti, provenienti da culture e paesi differenti, hanno lavorato e collaborato gomito a gomito.

evoca-01-01-site-djerbahood

"Ebrei, cristiani e musulmani qui hanno vissuto in pace per oltre 2000 anni. Il mio obiettivo è quello di consolidare questa convivenza e offrire agli artisti una tela unica nel suo genere" ha dichiarato Ben Cheikh alla stampa.

faith-01-01-site-djerbahood

katre-01-01-site-djerbahood

9303_1450989155175947_477517172730775495_n

10441311_1448825022059027_2272387249522244312_n

10468067_1453341144940748_4108994978364520183_n

10505287_1450987068509489_2518183239689384646_n

10540797_1450990211842508_8856861913781459494_n

10552577_1448825212059008_7538083996820431081_n

10553629_1450989991842530_6932070673325478794_n

10610518_1450989801842549_451548438028544049_n

10612636_1465373267070869_2029250346146292449_n

10628502_1450990198509176_7303679669270490869_n

10649993_1465367760404753_7846868023840631274_n

10660374_1465367217071474_4113406314148686415_n

10665141_1465372850404244_4551993159449203511_n

Mehdi Ben Cheikh è un professionista dell'arte o, meglio, della street art. Il suo lavoro e la sua passione lo portano organizzare grandi mostre in spazi destinati alla demolizione o da rivalorizzare. La sua ultima fatica è Djerbahood, uno dei più grandi allestimenti di street art al mondo che ha avuto come protagonisti 150 artisti impegnati sui muri di Er-Riadh, un villaggio sull'isola di Djerba, in Tunisia.