Focus

Dismaland, parco divertimenti in versione Banksy

La versione di Banksy di una disneyworld molto particolare, aperta dal 21 agosto al 27 settembre 2015.

Barche di migranti, principesse morte, blindati antisommossa e persino una pala eolica green. Il parco dei divertimenti creato da Banksy apre i battenti in un lido semi abbandonato sulla costa inglese. Diverte (ma non i bambini piccoli) ma fa anche riflettere.

 

Si tratta naturalmente di un parco dei divertimenti sui generis, a partire dal nome, Dismaland, un neologismo che allude a Disney usando la parola dismal, tetro. Il nome per esteso è Dismaland Bemusement Park e il simbolo è un castello delle fiabe diroccato; disseminate fra un laghetto e le mura interne, si possono sperimentare 18 attrazioni progettate da Banksy, tendenzialmente spiazzanti e un po' dark.

 

Il payoff recita infatti: Dismal Land – a festival of art, amusements and entry-level anarchism, ovvero un festival di arte, divertimenti e anarchia per principianti. E, parodia nella parodia, sul sito si legge anche che «non sono ammessi spray, pennarelli, coltelli e rappresentanti legali della Walt Disney Corporation».

 

21 agosto 2015 | Focus.it