Benvenuti nel museo dei quadri 3D

Interattivi, irriverenti e con una gran voglia di "bucare" la tela: se pensate che i musei siano talvolta noiosi non perdetevi questa mostra di quadri 3D. L'esibizione dal titolo "Magic Art" permette di interagire con le opere d'arte, create da 15 artisti sudcoreani, e a farsi fotografare insieme ad esse. Con risultati a dir poco esilaranti. Guarda anche:
Che arte mai è questa? Le opere e le installazioni più pazze del mondo
Guarda anche altre illusioni ottiche artistiche

asfaltobuffettopipibuscalciodinogiraffagorillaviolinolenzuoloputtozatterapappagalliscalatascarpaspaventobasketsurfApprofondimenti
asfalto

La tecnica utilizzata dagli autori di questi dipinti è conosciuta come anamorfosi (dal greco ana = indietro e morphé = forma). Si tratta di una particolare deformazione del disegno che, visto da una certa prospettiva, non solo non appare più distorto ma sembra acquistare una terza dimensione, con un rilievo e un gioco di prospettive che lasciano senza fiato. In altre parole un'immagine deformata ad arte acquista la sua forma corretta, quella che l'artista vuole suggerire, solo quando l'osservatore si dispone in una posizione molto inclinata rispetto al suo piano, o se la si riflette con uno specchio curvo. Come vedrete nelle prossime foto, ci si può davvero sbizzarrire.

buffetto

pipi

bus

calcio

dino

giraffa

gorilla

violino

lenzuolo

putto

zattera

pappagalli

scalata

scarpa

spavento

basket

surf

La tecnica utilizzata dagli autori di questi dipinti è conosciuta come anamorfosi (dal greco ana = indietro e morphé = forma). Si tratta di una particolare deformazione del disegno che, visto da una certa prospettiva, non solo non appare più distorto ma sembra acquistare una terza dimensione, con un rilievo e un gioco di prospettive che lasciano senza fiato. In altre parole un'immagine deformata ad arte acquista la sua forma corretta, quella che l'artista vuole suggerire, solo quando l'osservatore si dispone in una posizione molto inclinata rispetto al suo piano, o se la si riflette con uno specchio curvo. Come vedrete nelle prossime foto, ci si può davvero sbizzarrire.