I videogame di nuovo sotto accusa
Fatti di cronaca ridanno vita all'idea che i videogame più violenti siano i cattivi maestri di chi poi scende in strada e spara per davvero. Un'idea comoda, ma smentita dalla scienza e dalla realtà dei fatti.
Il cervello decide prima di noi
Un esperimento riapre un annoso dibattito nelle neuroscienze: come funziona la volontà? Esiste il libero arbitrio? Che cosa influenza la direzione di una scelta?
I segreti della mente
Due scienziati raccontano le loro ricerche sul funzionamento del cervello e sui nostri comportamenti “irrazionali”. 
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Perché davanti a un menù fatichiamo a decidere?
Uno studio chiarisce come funziona il fenomeno del choice overload, il blocco che si verifica quando le possibilità a nostra disposizione sono molte e appetibili.
Che cos'è lo spread?
Da qualche giorno si parla nuovamente di "spread": ma che cosa indica? E perché quando aumenta sono tutti così preoccupati?
Ricordi dolorosi: perché non li dimentichiamo?
Impressioni scolpite nella memoria, come se fosse successo ieri: dipendono dal modo in cui il cervello codifica quelle esperienze, e da come il corpo risponde al pericolo.
L'area del cervello che rende inclini al rischio
Macachi istruiti per giocare d'azzardo hanno permesso di individuare una regione della corteccia responsabile della volontà di lanciarsi in situazioni potenzialmente pericolose. 
Il Rapporto sul Clima è stato raffreddato
Uno scienziato inglese accusa l'IPCC di avere censurato il documento di sintesi del Rapporto sul Clima, per non dispiacere ai politici più scettici.
Quale intelligenza hai?
Quella verbale degli scrittori o quella matematica degli ingegneri? Perché secondo uno psicologo statunitense, di intelligenza non ce n'è una sola, ma nove, o anche dieci.
Come si rafforzano le convinzioni antiscientifiche
Sono gli amici a portare sulla cattiva strada... in questo caso è vero: uno studio svela che il parere di chi ci circonda può rendere ancora più radicate opinioni false e non supportate da alcuna prova.
Perché proviamo disgusto?
Questa emozione primaria ci tiene lontani da sostanze e cibi che possono nuocere alla nostra salute, oltre che da situazioni e persone che potrebbero rivelarsi pericolose.