Sessualità

Sesso prima dello sport: è davvero vietato?

L'astinenza prima delle gare migliora le performance sportive? La risposta scientifica sul dilemma sempreverde è in uno studio italiano.

La convinzione che gli atleti debbano astenersi dai rapporti sessuali in prossimità delle gare è uno dei falsi miti più duri a morire, in ambito sportivo. Ma che cosa c'è di vero? Ben poco, stando a una revisione di centinaia di studi scientifici pubblicati su questo tema.

Letteratura scarna. Laura Stefani, del Dipartimento di Medicina Sportiva dell'Università di Firenze, ha passato in rassegna oltre 500 studi scientifici che indagano la relazione tra attività sessuale, sport, astinenza e risultati in gara. Tra questi, soltanto nove, pubblicati negli ultimi 60 anni, sono parsi davvero rilevanti e centrati sul tema: ben pochi, considerando che questa superstizione era già diffusa nell'antica Grecia.

Dalla notte dei tempi. Nel primo secolo dopo Cristo, il medico greco Areteo di Cappadocia scriveva che trattenere il liquido seminale all'interno del corpo poteva intensificare la forza maschile. Anche Platone sosteneva che gli atleti olimpici dovessero astenersi dall'intimità prima dei Giochi. Oggi, questa convinzione è spesso sostenuta dagli allenatori; ma se alle Olimpiadi di Rio sono stati distribuiti tra gli atleti 450 mila profilattici, evidentemente non è così valida.

fa male? no, anzi... Nessuno dei nove studi considerati da Stefani arriva a questa conclusione. Semmai, dice la scienziata, le evidenze empiriche e il buon senso suggeriscono che il sesso la sera prima della gara possa avere effetti benefici nel ridurre lo stress psicologico nelle prove di resistenza, come le maratone, e nell'aumentare la concentrazione (per esempio negli sport di tiro). Questo, a patto che l'atleta riposi a sufficienza nella notte prima delle gare, e che il rapporto non si accompagni al consumo di alcol o droghe, o al fumo.

Poco precisi. Rimane che nessuno studio ha finora trattato la questione in modo sistematico, indagando le possibili differenze tra generi, intensità e tipologia di sport praticato (la maggior parte delle ricerche svolte si è comunque concentrata su atleti maschi). Anche i fattori culturali associati al sesso nelle varie aree del mondo potrebbero avere effetti psicologici sulla performance sportiva successiva.

12 ottobre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Perché Gesù finì sulla croce? A chi dava fastidio davvero, e di cosa fu accusato? Nella Palestina di duemila anni fa, ricostruiamo il processo che condannò alla più terribile delle pene il predicatore di Nazareth, consegnandolo per sempre alla Storia e, per i credenti, alle braccia del Padre.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello è l'organo più complesso da scoprire. Ecco le ultime rivelazioni della scienza. Inoltre: i laboratori bunker dove si manipolano i virus; tornano i supersonici per attraversare la stratosfera; quanto e come si allenano gli atleti delle Olimpiadi.  E ancora sei bugiardo o super bugiardo? Scoprilo con il test. 

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us