A letto i maschi sono più bravi con le bruttine?

Più la donna è bella, più l’uomo “non funziona” a letto. Ora lo dice la scienza. O no?

shutterstock_639794776
La bellezza di lei, come l’innamoramento, penalizzano la “prestazione”.|Shutterstock

È vero che a letto i maschi sono più bravi con le donne meno attraenti? Sì, ed è tutta colpa dell’ansia da prestazione.

 

Il confronto con una donna bellissima, così come con una di cui si è molto innamorati, produce infatti nell’uomo sia un deficit di attenzione e concentrazione, sia un profondo turbamento dovuto al timore del suo giudizio, ritenuto fondamentale per il proprio ego, fino al punto da provocare effetti negativi sulla prestazione.

 

Gli ormoni da stress, infatti, possono sia confondere, sia addirittura inibire la risposta sessuale.

È in edicola Focus Domande&Risposte - the Best of, che raccoglie tutte le D&R che dal 2004 ad oggi che vi sono piaciute di più! Sfoglia l'anteprima

Webcam. Al contrario, una donna dall’aspetto mediocre, del cui giudizio è meno spaventato, non produce nell’uomo una tensione tale da poter influire sulla sua prestazione, che riesce quindi a essere soddisfacente.

 

Lo sottolinea una ricerca condotta dall’Università di Radboud a Nimega, nei Paesi Bassi, attraverso il test di Stroop, metodo psicologico che studia i livelli di concentrazione dei soggetti associando colori e parole.

 

L’esame, effettuato su un gruppo di studenti universitari, ha rilevato che bastava la sola presenza in webcam di una bella ragazza attentamente concentrata su di loro per ridurre il loro punteggio e allungare di molto i tempi di risoluzione del test.

 


È in edicola Focus Domande&Risposte - the Best of, che raccoglie tutte le D&R che dal 2004 ad oggi che vi sono piaciute di più! Sfoglia l'anteprima

 

 

23 Novembre 2017