Scuola e Università

Università: esami di Starcraft, Guitar Heroes & C.

Gli atenei 2.0 insegnano anche i videogame.

Niente male, non trovi? Peccato che sono corsi universitari di alcuni atenei a stelle e strisce e irlandesi. Chissà se importeremo anche noi questa moda di insegnamento “alternativo”.

“La filosofia Jedi tempra il carattere degli studenti irlandesi”

Eroi del nostro tempo - «Ciao mamma, vado all'università: oggi si gioca a Guitar Heroes». È una tipica frase degli studenti iscritti al corso di “musica, videogame e la natura della cognizione umana” in programma all'Università di New York. Inserito nel programma di studi già nel 2009, Guitar Heroes è, secondo il professore di psicologia Gary Marcus, un ottimo strumento di insegnamento. Sempre restando in tema di videogiochi, è invece StarCraft il protagonista di un corso inaugurato quest'anno all'Università della Florida. Il motivo? A quanto pare questo gioco di strategia in tempo reale aiuterebbe a sviluppare il pensiero critico, la capacità di risolvere i problemi, la gestione delle risorse e l'adattamento del processo decisionale. Anche all'Università di Berkeley in California si studia StarCraft per imparare l'arte della concorrenza.

La forza dello studio - Orientati invece al cinema i corsi della Rice University e della Queen's University Belfast nell'Irlanda del Nord. Gli americano hanno scelto di insegnare vita, morte e miracoli dell'uomo pipistrello, anche se l'obiettivo del corso resta un bat-mistero, mentre l'ateneo irlandese ritiene che la disciplina Jedi, quella di Guerre Stellari, infonda benessere psicologico e migliori il carattere degli studenti. Non ci resta che dire che la forza sia con loro.

I videogiochi più attesi del 2010

8 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us