Scuola e Università

Le facce del Lego sono sempre più arrabbiate

Sono finiti i bei tempi degli omini in mattoncini con il sorriso stampato. Negli ultimi anni l'"umore" dei personaggi del Lego è peggiorato, in base ai curiosi risultati di uno studio neozelandese.

Il Lego non è certo quello che si potrebbe definire "un gioco violento", anzi. Ma i suoi personaggi stanno subendo una progressiva deriva verso il pessimismo: negli ultimi 35 anni le facce delle minifigure in mattoncini sono diventate sempre più rabbiose e imbronciate, secondo uno studio dell'Università di Canterbury, in Nuova Zelanda.

Le più curiose realizzazioni fatte con i Lego
E la più pazza invenzione di Lego che abbiate mai visto

Introdotte per la prima volta nel 1975, le minifigure hanno iniziato a spopolare e variare la propria espressione a partire dai primi anni '90. Ma se nel complesso sono le facce felici a prevalere, dal loro esordio ad oggi le smorfie arrabbiate sono aumentate notevolmente.

Christopher Bartneck e i colleghi dello Human Interface Technology Laboratory hanno sottoposto a 264 soggetti 628 diverse teste che appaiono su 3655 minifigure messe in vendita tra il 1975 e il 2010. Ai volontari è stato chiesto di giudicare le facce in base all'intensità della loro espressione suddividendole in arrabbiate, felici, tristi, disgustate e sorprese.

Le espressioni più diffuse sono quelle felici o arrabbiate, ma le prime stanno via via diminuendo. Secondo gli autori inoltre, non sono solo i personaggi malvagi ad avere lineamenti aggressivi: anche i buoni esprimono emozioni negative, gli eroi appaiono spesso spaventati e i contadini con un'espressione di superiorità.

I mattoncini del Lego sono diffusi oggi in 130 paesi e ciascuno di noi ne possiede in media 75. «Non possiamo non chiederci come il passaggio tra facce solo positive e l'aumento di espressioni negative influisca sul gioco dei bambini» scrivono gli autori dello studio «i bambini che crescono con questi giochi ricorderanno non solo i sorrisi ma anche la rabbia e la paura nei volti dei personaggi».

Lego per tutti i gusti: c'è chi ci costruisce pazze invenzioni e chi lo spedisce nello Spazio
Sapevi che esiste un social network dei mattoncini?

13 giugno 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us