Scuola e Università

Adolescenti, voti migliori e meno assenze se la scuola inizia più tardi

Posticipare l'avvio delle lezioni per adattarsi all'orologio biologico degli studenti delle superiori sembra dare risultati positivi: una mezz'ora abbondante di sonno in più, maggiore attenzione e meno assenze.

Per gli adolescenti la sveglia "tuona" presto, spesso prima ancora di tutte le altre in famiglia. Ma allo stesso tempo i ritmi circadiani - l'orologio interno che regola il sonno, la veglia, l'appetito - cambiano radicalmente con la pubertà: si ha sonno più tardi e si fatica a svegliarsi al mattino, proprio quando si dovrebbe essere più vigili e attenti.

Da tempo si discute (soprattutto negli USA e nel Regno Unito) sull'opportunità di iniziare le lezioni un po' più tardi, per adeguarsi alle esigenze fisiologiche dei ragazzi. Ora il primo studio scientifico "sul campo", conferma i vantaggi di questa scelta.

Vantaggi misurabili. La ricerca pubblicata su Science Advances, ha seguito i ragazzi di due scuole di Seattle, una città dove dal 2016, per gli studenti che in Italia definiremmo di medie e superiori il suono della campanella è stato posticipato di 55 minuti. Non solo i ragazzi hanno dormito più a lungo, ma hanno anche ottenuto voti migliori e ridotto ritardi e assenze, soprattutto quando frequentavano una scuola più economicamente svantaggiata.

Gli alunni che hanno visto spostare l'avvio delle lezioni dalle 7:50 alle 8:45, e che sono stati seguiti con sleep tracker da polso, hanno dormito in media 34 minuti in più a notte, senza variare l'orario di addormentamento in modo sostanziale. Sono passati dal riposare 6 ore e 50 minuti a 7 ore e 24 minuti: meno delle 8 ore e 10 raccomandate per i teenager, ma comunque un importante passo in avanti.

Più partecipi. L'attenzione in classe è migliorata e i voti sono saliti mediamente del 4,5% (anche se i ricercatori sono cauti nel collegare direttamente questo miglioramento alla durata del sonno). Una delle due scuole coinvolte, in una zona più popolare, ha inoltre registrato meno ritardi e meno assenze: un dato che, per i ricercatori, potrebbe incoraggiare a investire in minuti di sonno per ridurre le disuguaglianze in ore di istruzione tra diversi gruppi socioeconomici.

Anche se in termini organizzativi, spostare in avanti l'inizio delle lezioni non è semplice come sembra, lo studio suggerisce che per la salute degli adolescenti potrebbe essere una scelta positiva.

13 dicembre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us