Siamo tutti scienziati (alla nascita)

Come mini-ricercatori, i bambini fino a 6 anni pensano proprio come chi fa esperimenti complessi.

rtr343dc
Un bambino di pochi mesi osserva il mondo che lo circonda adagiato su una grande ninfea.|© Sebastien Pirlet/Reuters

Osservano il mondo che li circonda, formulano delle ipotesi, fanno esperimenti, verificano i risultati e imparano dalle loro azioni e da quelle degli altri: alla stregua di mini-scienziati, i bambini fino sotto i 6 anni pensano e apprendono dall'ambiente circostante proprio come fanno gli scienziati effettuando esperimenti complessi.
Sono questi i risultati di una ricerca condotta dalla psicologa Alison Gopnik della University of California di Berkley che ha tenuto conto di tutta la letteratura raccolta negli anni riguardante lo sviluppo del pensiero infantile, applicando nel contempo nuovi modelli matematici che dovrebbero aiutare i ricercatori a studiare i metodi di apprendimento dei bambini.
Contrariamente a quanto supposto in passato quando il pensiero del bambino veniva giudicato illogico e irrazionale, questo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista Science, ritiene che anche i bambini più piccoli sono in grado di analizzare l'ambiente circostante e di formulare ipotesi o deduzioni che li aiutano ad apprendete. Un pensiero logico, insomma, proprio come quello degli scienziati.

13 Novembre 2012 | Rebecca Mantovani

Codice Sconto

Come vengono girate

 

le scene di SESSO 
 

dei FILM?