La regola universale del inguaggio parlato
Non importa quale lingua parlate: la quantità di informazioni che potete comunicare ogni secondo è sempre la stessa.
Perché stiamo insieme?
Stare bene in una relazione di coppia, e lavorare affinché la relazione funzioni bene, sono le cose che influenzano positivamente non solo i progressi della coppia, ma anche quelli personali.
Dormire con metà cervello per volta
Il sonno uniemisferico è presente in cetacei e uccelli migratori, ma in misura ridotta anche nell'uomo. Uno studio indaga i meccanismi alla base di questo fenomeno.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Perché avere paura può farci bene
Se ti spaventa, è un buon segno: vivi i tuoi timori e provaci lo stesso. Ecco quali sono le basi scientifiche della paura, e quali sono i rischi nel provarne troppa (o troppo poca).
I narcisisti odiano guardarsi allo specchio
L'altra faccia del narcisismo: per la psicologia del comportamento, il narcisismo è accompagnato da autostima altalenante e conflitti emotivi.
15 minuti bastano per sentirsi inadeguate
Le immagini dei corpi perfetti delle modelle influenzano davvero l'ideale di bellezza femminile: ci riescono in un quarto d'ora, come ha dimostrato un curioso esperimento sociale.
La tristezza del giorno dopo
Perché dopo i grandi eventi ci sentiamo tristi e proviamo un inspiegabile senso di vuoto? Tutta colpa di un processo inconscio del nostro cervello. 
Bufale e complotti: perché in tanti ci credono
Le ragioni antiche che decretano la fortuna dell'anti-scienza, e come fare a dialogare con chi proprio sembra non voler sentire.
Come difendersi dalla "gente tossica"
Ama il prossimo tuo... con prudenza. Perché alcuni individui possono avvelenarci la vita, e conviene saperli riconoscere.
La pornografia influenza i rapporti con le donne
Un recente studio mostra che l'età in cui i maschi scoprono o sono esposti alla pornografia può influenzare lo sviluppo della sessualità e i rapporti con l'altro sesso.
Gli atei sono più cattivi dei credenti?
Si tratta solo di un pregiudizio, che però è condiviso in tutto il mondo dagli atei stessi, come mostrano i risultati di un nuovo studio.