Dal sesso all'arte: 5 attività da sonnambuli
Quello dei sonnambuli che, durante il sonno, si limiterebbero a camminare, è solo un cliché. Durante questa "attività automatica" notturna, c'è infatti anche chi parla, fa sesso, dipinge e... uccide.
Un volto inclinato facilita le interazioni sociali
La diversa angolazione del capo fa sì che ci si concentri di più sugli occhi e rende più rassicurante il contatto visivo: uno studio utile anche per comunicare con chi soffre di autismo.
Che cosa rivelano di noi i regali di Natale
Dimmi che regalo di Natale fai e ti dirò chi sei: egocentrico, riciclatore, ritardatario... Ecco 10 profili di donatore ricostruiti da psicologi ed economisti.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Il significato di una storia è universale
Leggendo, il nostro cervello si attiva nello stesso modo, qualunque sia la lingua che parliamo, l'alfabeto che leggiamo o la nostra cultura: c'è un codice universale per dare un senso alle narrazioni.
5 cose che non riesci a fare se sei al cellulare
E non solo se stai guardando lo schermo: la cecità da disattenzione riguarda anche chi parla al telefono tenendo gli occhi sulla strada. Pensando (sbagliando) di avere tutto sotto controllo.
Lo stress rende meno sensibili ai pericoli
Non è sempre vero che quando siamo sulle spine avvertiamo più facilmente eventuali minacce: diventiamo anzi meno attenti alle forme che quei rischi potrebbero assumere.
Effetti non visivi dei colori
Un colore può influenzare il nostro corpo e il modo in cui ci comportiamo molto più di quanto si pensi, e per un preciso meccanismo biologico che ha poco a che fare con la vista.
Perseveranza: i bambini la imparano guardandoci
Già all'età di un anno, l'esempio degli adulti è più efficace di mille incoraggiamenti. A patto di illustrare a voce i passaggi chiave dei propri persistenti tentativi.
Scommetti che ti convinco?
Avere ragione non basta. Esibire prove scientifiche neanche. Per far cambiare idea a certe persone servono ascolto, intelligenza e... qualche strategia.
13 comportamenti da evitare al primo incontro
Pochi secondi possono bastare, per spingere una persona a detestarci o a desiderare di trascorrere più tempo con noi. 
Quanto vale la prima impressione?
Bastano un libro e uno chignon per dare un’impressione diversa della stessa persona. Nella vita di tutti i giorni il rischio di dare, o ricevere, una prima impressione ingannevole è sempre presente.