Perché il caffè non dovrebbe piacerci
In natura, il riconoscimento del sapore amaro si è evoluto per proteggerci da sostanze tossiche e velenose. Come mai allora l'amaro dell'espresso è, per molti, irresistibile?
Depressione post partum e sistema immunitario
Un'infiammazione nelle regioni cerebrali che regolano l'umore in seguito a gravidanze difficili sembrerebbe legata ai sintomi della condizione che interessa il 15% delle neomamme.
Come nascono i falsi ricordi?
La memoria non è un magazzino impermeabile ma un film in continuo rifacimento. E spesso esperienze che diamo per vissute non sono mai avvenute, o si sono consumate in modo diverso.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Indoor e outdoor: come funziona il cervello
L'attività cerebrale messa in campo per uno stesso compito è diversa se ci troviamo all'esterno o al chiuso: forse, perché cerchiamo di compensare gli stimoli distraenti.
Troppa concentrazione, distrae: ecco perché
Strano, ma vero: anche solo aspettarsi un elemento di distrazione mentre siamo impegnati in un compito influisce negativamente sulle nostre performance.
Perché dimentichiamo le trame dei libri e dei film
Fate fatica a ricordare il contenuto di serie o romanzi che fino a pochi giorni fa avete amato profondamente? Ecco perché la nostra iperstimolata memoria ci gioca questo brutto scherzo.
Sei davvero un social-dipendente?
La dipendenza fisiologica da Facebook e Instagram esiste davvero? Da quali segnali si capisce se una persona è "a rischio"? Quand'è che il tempo trascorso online è davvero troppo?
Jazz o classico? Per i pianisti cambia, eccome
I processi neurali messi in campo variano sensibilmente in base al genere di musica suonata e alle sue caratteristiche: ecco perché, anche per un professionista, è difficile "cambiare pelle".
Perché le idee migliori arrivano sotto la doccia?
Non è solo un modo di dire: le attività automatiche (come lavarsi) favoriscono i colpi di genio.
Che cosa dice, chi parla nel sonno?
Un po' di parolacce, molti no... ma anche frasi grammaticalmente ineccepibili: uno studio fa il punto sul contenuto dei nostri monologhi notturni. Che non è così "senza senso" come si crede.
Blue Monday: è il giorno più triste dell'anno?
Davvero questo lunedì è, per la scienza, il più deprimente del 2018? Soltanto se ci credete. Le origini di una bufala che ha grande successo sui social media.