Psicologia

Via email il pessimismo paga

I messaggi scritti in tono negativo ricevono risposte più rapide di quelli "positivi". E chi è di cattivo umore risponde più in fretta.

Desiderate ricevere una risposta rapida alle email? Usate un tono pessimistico e triste e otterrete soddisfazione: lo afferma uno studio realizzato dalla Contactually, una software house, secondo cui le email che hanno un tono "negativo" ottengono risposte più rapide rispetto a quelle positive. E chi è di cattivo umore sarebbe più rapido nel rispondere a un'email di chi è felice e spensierato.

Leggi anche: tutti i numeri dello spam.

I ricercatori (un gruppo di ingegneri della Contactually, ndr) hanno esaminato 100 milioni di conversazioni via email, giudicando positivi i messaggi che contenevano una serie di parole come care (cura, sollecitudine) e amazing (incredibile, sorprendente) e negativi quelli dove apparivano parole simili a missed (perso) e stupid. Poi, contando quante volte questi termini apparivano nei messaggi, hanno calcolato il grado di positività e di negatività delle conversazioni per scoprire che quelle dal tono negativo ricevevano una risposta più rapida. E che le persone che manifestavano un umore meno positivo erano propensi a rispondere al 64% delle email quotidiane, mentre gli ottimisti si limitavano a sbrigare il 47% della posta ricevuta in un giorno. Secondo i ricercatori questo potrebbe dipendere dal fatto che gli arrabbiati online sono più attivi.

Leggi anche: Usate ancora le email?

Non è la prima volta che si scopre che via email la spensieratezza non paga. Lo confermerebbe anche uno studio del 2008, realizzato dall'Università di Glasgow su 177 volontari, secondo il quale le persone stressate tendono a rispondere più rapidamente alle email, mentre chi è rilassato si prende il suo tempo per farlo.

8 maggio 2013 Eugenio Spagnuolo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us