Psicologia

Vacanze finite: perché arriva (sempre) la sindrome da rientro?

Dopo le vacanze un italiano su due lamenta stanchezza, ansia, difficoltà di concentrazione. Tutto normale: il corpo e la mente si devono riadattare alla vita di tutti i giorni. Ma come aiutarli?

Ci risiamo: come ogni anno, appena si torna a casa dalle vacanze, e si cerca di riprendere la vita di tutti i giorni, ci sentiamo più stanchi di prima della partenza. Ma come? Non eravamo andati - appunto - in vacanza? E poi, alla stanchezza si aggiunge anche ansia, tristezza e, soprattutto, difficoltà di concentrazione. Passerà in pochi giorni: non si tratta di depressione ma della cosiddetta sindrome da rientro, ovvero di un disturbo dell'adattamento perché il nostro corpo e la nostra mente, dopo un periodo di riposo, divertimento e relax, faticano a riabituarsi ai ritmi consueti. 

Siamo in buona compagnia: la sindrome da rientro colpisce puntualmente un italiano su due, per lo più fra i 25 e i 45 anni di età. E per gli americani, stando ai risultati di un'indagine Usa, il disagio di adattamento è talmente pesante che, per il 43% di loro, solo l'idea di tornare alla routine è sufficiente a rovinare le ferie o a far addirittura venire voglia di rinunciarci del tutto.

Due giorni di adattamento. Secondo gli esperti, però, un rientro meno traumatico è possibile: per esempio lasciandosi uno o due giorni "cuscinetto" liberi dal lavoro, utili per riprendere il ritmo con più calma e abbassare i livelli di stress. Inoltre, una volta tornati a casa, sarebbe meglio sbrigare le commissioni e le incombenze più leggere nei primi giorni. Anche evitare di tornare alla vita sedentaria, aiuta: una buona dose di attività fisica quotidiana, anche una semplice camminata, migliora l'umore. E infine, riprendere a seguireuna dieta equilibrata: non solo per perdere un po' di peso accumulato in estate, ma perché mangiare cibi sani fa bene anche al cervello. 

21 agosto 2022
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us