Psicologia

Uomini e donne guardano davvero in modo diverso

Le differenze di genere riguardano anche il modo in cui osserviamo il mondo (e in particolare i volti): un esperimento di eye tracking conferma quanto già ipotizzato in passato.

Donne e uomini scandagliano i volti umani e acquisiscono informazioni visive in modo diverso: la conferma a quanto già ipotizzato in diversi studi arriva da un ampio esperimento sul modo di osservare le facce condotto su 500 persone, basato sulla misurazione delle fissazioni e del moto oculare (eye tracking).

Io e te (e lo schermo). Un gruppo di psicologi della Queen Mary University of London ha monitorato i volontari all'interno di un museo delle Scienze, per un periodo complessivo di cinque settimane. Ai soggetti, uomini e donne, è stato chiesto di osservare per 15 minuti un attore, durante un collegamento Skype, e riferire quanto si sentissero a proprio agio nello stabilire un contatto visivo con quella persona. Ogni partecipante ha visto di volta in volta lo stesso attore (in totale gli attori erano otto).

Diverse. Le donne esaminate si sono concentrate di preferenza sul lato sinistro della faccia, indugiando soprattutto sull'occhio sinistro, ma hanno in generale esplorato il volto dello/a sconosciuto/a più a lungo rispetto agli uomini. Fatto sorprendente, è stato possibile determinare se il volontario sotto esame fosse un uomo o una donna semplicemente esaminando il suo monitoraggio oculare, con un'accuratezza che ha sfiorato l'80%.

Significativo. Per i ricercatori, dato l'ampio numero di soggetti, non si tratta di casualità, e altri fattori, come l'attrattività del viso, l'affidabilità (percepita) del volto, la cultura d'origine dei partecipanti e il loro Paese di provenienza (60, in tutto) sono stati tenuti in considerazione per non falsare i risultati.

Nelle altre ricerche. «Spesso si sente dire che donne e uomini vedono le cose diversamente. Questa con l'eye tracking è la prima dimostrazione che supporta la teoria secondo la quale acquisiamo le informazioni visive in modi diversi», afferma Isabelle Mareschal, tra gli autori dello studio. Di questi risultati bisognerà tener conto negli studi scientifici basati sull'eye tracking, come per esempio quelli sull'autismo.

30 novembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us