Psicologia

Uno scopo nella vita: chi lo trova, dorme meglio

Soprattutto in età avanzata, riuscire a dare un senso alle proprie giornate migliora il riposo notturno, riduce il rischio di insonnia e il ricorso a rimedi farmacologici.

In un'intervista qualche mese fa, Papa Francesco dichiarava di "dormire come un legno", per sei ore di fila o anche di più. E se nel caso del pontefice, molto fanno - come egli stesso ha precisato - la preghiera, la lettura serale, il tenere alla larga il cellulare e l'affidare le preoccupazioni a una statua di San Giuseppe (sotto forma di bigliettini), c'è un altro elemento che sembra favorire il riposo notturno, soprattutto in tarda età.

Avere una buona ragione per svegliarsi al mattino: cioè riuscire a individuare uno scopo nella vita, riduce l'insonnia e una serie di disturbi che la causano, e tiene lontani i farmaci per dormire.

Sonni tranquilli. Jason Ong, neurologo della Northwestern University di Chicago, ha sottoposto a questionari sulla qualità del sonno e sulla motivazione esistenziale 800 persone di età compresa tra i 60 e i 100 anni. Chi percepiva un più profondo senso di scopo davanti a sé e nel proprio vissuto passato, accusava anche meno frequenti apnee notturne (l'interruzione nella respirazione durante il sonno) e meno casi di sindrome delle gambe senza riposo, ossia la necessità di muovere senza pace gli arti inferiori, che colpisce soprattutto di notte.

Meritato riposo. Anche la qualità globale del sonno, in queste persone, è risultata migliore. I disturbi del sonno sono più comuni in età avanzata, ma l'effetto potrebbe essere diffuso anche in una fascia più ampia della popolazione. Coltivare giornate piene di senso potrebbe essere un modo per diminuire il ricorso a farmaci per dormire.

11 luglio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us