Psicologia

Una parte del cervello cresce anche in età adulta

È quella deputata al riconoscimento dei volti, una capacità che migliora crescendo. La scoperta è sorprendente, perché presuppone un tipo di sviluppo cerebrale inaspettato.

Si è soliti pensare che, dopo l'adolescenza e con il raggiungimento della maturità, il cervello concluda la sua fase di sviluppo. Invece, inaspettatamente, una parte di esso continua a crescere anche in età adulta: è quella incaricata del riconoscimento delle facce, un'abilità che affiniamo con il passare degli anni.

La scoperta pubblicata su Science da un gruppo di neuroscienziati coordinati da Jesse Gomez, della Stanford University, lascia spiazzati anche gli addetti ai lavori.

In controtendenza. Finora infatti si pensava che lo sviluppo cerebrale avvenisse soprattutto attraverso il pruning, lo sfoltimento delle connessioni neurali (sinapsi) non necessarie, che migliora l'efficienza e riduce i collegamenti ridondanti nel cervello. Questo processo è tipico dell'infanzia e dell'adolescenza: non ci si aspettava di osservare, negli adulti, un tipo di sviluppo cerebrale di diversa natura.

Cresciuta. I ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica per comparare i tessuti cerebrali di 22 bambini e 25 adulti, che sono stati anche testati nel riconoscimento di volti e di luoghi. Si sono così accorti che, negli adulti, l'area della corteccia incaricata di analizzare le facce è più grande che nei bambini, mentre quella implicata nel riconoscimento di luoghi rimane invariata in dimensioni.

Le cause. L'analisi post mortem di cervelli adulti ha confermato questi dati. Si pensa che la crescita non possa essere causata soltanto dai cambiamenti della mielina (la sostanza grassa che circonda e protegge gli assoni, cioè i conduttori di impulsi, delle cellule nervose), ma che possa dipendere anche da un aumento del corpo dei neuroni, cioè delle strutture dendritiche.

7 gennaio 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us