Psicologia

L'eccesso di cinismo danneggia il cervello

Chi è molto cinico rischia tre volte più degli altri di sviluppare forme di demenza in tarda età: i risultati di uno studio finlandese potrebbero farci optare per un approccio alla vita più ottimista e positivo.

Se avete fatto del cinismo l'arma per sopportare meglio le difficoltà di ogni giorno, vi conviene ripiegare su altre filosofie di vita, prima che sia troppo tardi: secondo uno studio finlandese appena pubblicato sulla rivista scientifica Neurology, le persone particolarmente ciniche hanno maggiore probabilità di sviluppare forme di demenza in tarda età.

L'approccio sbagliato
Il cinismo - che in termini "clinici" è la convinzione che le persone agiscano spinte da interessi egoistici - era stato in passato associato ad altri problemi di salute, come malattie cardiache. Ma questo è il primo studio che indaga i suoi effetti sul cervello.

I ricercatori della University of Eastern Finland di Kuopio, Finlandia, hanno sottoposto 1449 soggetti con un'età media di 71 anni a test per valutare l'insorgenza di forme di demenza, e a un questionario per verificare il grado di cinismo di ciascuno. I partecipanti dovevano dire quanto si trovassero d'accordo con frasi tipo "la maggior parte delle persone mente pur di andare avanti" o "meglio non fidarsi di nessuno". In base al punteggio ottenuto sono stati divisi in tre gruppi: poco cinici, mediamente cinici o molto cinici. L'efficacia statistica del questionario era già stata testata in precedenti esperimenti, che hanno dimostrato come le risposte più o meno ciniche di ciascuno tendano a rimanere le stesse con gli anni.

Tre volte più a rischio
622 persone del campione hanno completato anche un secondo test sulle demenze, 8 anni dopo la somministrazione del primo test. Durante quest'arco di tempo, a 46 dei partecipanti sono state diagnosticate forme di demenza senile (un deterioramento cerebrale che porta problemi a memoria e alterazioni del carattere, legato - spesso - a problemi vascolari, ma non solo). Una volta escluse altre possibile cause, come pressione e colesterolo alto e fumo, i ricercatori hanno concluso che i super cinici rischiano tre volte più dei poco cinici di sviluppare disturbi neurologici legati all'età.

Non esageriamo!
Una seconda parte dello studio è servita ad appurare se l'ipercinismo porti anche a un rischio di morte prematura. Anche in questo caso sembrava che le persone più ciniche vivessero in media meno rispetto a quelle più ottimiste, ma una volta considerati tutti gli altri fattori, come lo status socioeconomico, il carattere, il generale stato di salute e la tendenza o meno a fumare, questa seconda correlazione si è rivelata infondata.

Ti potrebbero interessare anche:

I finti sorrisi fanno male alla salute?
Le radici cerebrali dell'ottimismo
Ridere dell'influenza per farsela passare
Qual è il paese più felice del mondo?
Origini, vantaggi e lati oscuri della felicità

28 maggio 2014 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us