Psicologia

Tradizioni familiari e salute

Pranzi, Natale, visite ai parenti. Tutte tradizioni che in famiglia fanno bene.

Tradizioni familiari e salute
Pranzi, Natale, visite ai parenti. Tutte tradizioni che in famiglia fanno bene.

Le tradizioni e le usanze familiari sono importanti per la stabilità e la salute dei figli.
Le tradizioni e le usanze familiari sono importanti per la stabilità e la salute dei figli.

Un gruppo di psicologi ha rivisto tutti gli studi compiuti negli ultimi 50 anni sul comportamento della famiglia; ed è giunto alla conclusione che per rimanere in buona salute sono necessari anche riti e comportamenti routinari. Questi momenti sempre uguali della vita familiare, in apparenza inutili, servono a dare agli appartenenti alla famiglia il senso di appartenenza a un gruppo; in particolare i ragazzini ricavano un senso di identità personale, vanno meglio a scuola e si ammalano di meno. Le routine familiari, definite come “momenti in cui si comunica che c'è qualcosa da fare” sono per esempio i pranzi, il momento di andare a letto, i lavori domestici, mentre i rituali (momenti in cui si comunica anche alle altre famiglie “ecco chi siamo”) sono il Natale, i compleanni, la Pasqua, i funerali e persino il pranzo della domenica.
A ognuno il suo compito. I bambini che vanno a letto a un'ora regolare si svegliano di meno durante la notte, soffrono meno di infezioni respiratorie e hanno meno problemi di salute negli anni dell'asilo. I genitori, invece, approfittano dei pranzi per conoscere meglio i propri figli, parlare con loro ed educarli meglio. Una delle ricercatrici, Barbare Fiese, dice: «Sappiamo che le famiglie sono molto occupate, ma un pranzo dura circa 20 minuti, e quattro pranzi la settimana durano meno di una partita o di un film. Sappiamo che non è giusto trarre conclusioni, ma pensiamo che un pranzo in famiglia in cui ci sia un dialogo rispettoso sia di beneficio a chiunque sieda a tavola».

(Notizia aggiornata al 12 dicembre 2002)

9 dicembre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us