Psicologia

Sveglia! È finita l'adolescenza.

Non biasimate la proverbiale pigrizia dei giovani adolescenti: potrebbe avere un'origine biologica.

Sveglia! È finita l'adolescenza.
Non biasimate la proverbiale pigrizia dei giovani adolescenti: potrebbe avere un'origine biologica.

Orologio biologico sfasato?
Orologio biologico sfasato?

Alla sera leoni…
Non è una novità eclatante, anzi anche gli stessi adagi popolari lo sottolineano in modi coloriti: gli adolescenti preferiscono andare a letto tardi. E soprattutto al mattino, hanno molte difficoltà ad alzarsi.
Colpa della voglia “smodata” di divertirsi e di una sregolata pigrizia? Oppure esiste una causa biologica alla difficoltà dei ragazzi ad alzarsi al mattino? Una ricerca europea sulle abitudini del sonno sembra avere trovato il colpevole.
Svegliatemi quando è finita. Till Roenneberg, un cronobiologo dell'Università di Monaco, in Germania, ha infatti dimostrato che alla soglia dei 20 anni per i ragazzi, un po' prima per le ragazze, si verifica un brusco cambiamento nei ritmi sonno-veglia: improvvisamente e in modo molto repentino si tende ad andare a dormire prima. E secondo gli stessi ricercatori, questo mutamento segnerebbe la fine dell'adolescenza.
Se infatti, la fine della pubertà è facilmente rilevabile sulla base dello sviluppo dell'ossatura, non è altrettanto chiaro quando termina l'adolescenza e diventiamo adulti: si tratta di tappe meno definite sulle quali, comunque, influiscono anche fattori psicologici e sociali.
Gufi e allodole. Roenneberg ha sottoposto 25 mila europei persone dagli 8 ai 90 anni a un questionario sulle abitudini in fatto di sonno e veglia. Tali ritmi circadiani, regolati dal nostro orologio biologico, possono essere molto diversi, tanto che gli esperti sono abituati a distinguere le persone in due macrocategorie: i cosiddetti “gufi”, veri e propri nottambuli che non hanno sonno la sera, ma non riescono ad alzarsi presto al mattino; e le “allodole”, persone mattiniere che però la sera “crollano” velocemente dal sonno. Ma tali ritmi variano anche secondo l'età. E i ricercatori tedeschi hanno registrato che i ragazzi, all'avanzare dell'età, tendono a coricarsi (e svegliarsi) sempre più tardi. Ma questo tenenza ha una repentina inversione intorno ai 20 anni, un po' prima per le ragazze per le quali il ritmo sonno-veglia sembra legato anche agli ormoni. Il motivo non è ancora chiaro, ma il fenomeno è misurabile. E sembra valere per tutti: sia per chi abita in città (e ha numerose occasioni per tirar tardi la sera) sia per chi abita invece in luoghi rurali, dove la concentrazione di night club è decisamente bassa.

(Notizia aggiornata al 13 gennaio 2005)

13 gennaio 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us