Psicologia

I ricordi persi sono "rinfrescati" dal sonno

Una buona dormita aiuta a ricordare ciò che si sa di sapere, e durante il sonno il cervello rivive gli episodi importanti della giornata e li fissa in memoria.

Non riuscite ricordare una parola, una data, un... qualcosa che dovreste sapere? Dormiteci sopra. È il consiglio dei ricercatori della University of Exeter and the Basque Centre for Cognition, Brain and Language (Regno Unito), secondo i quali il sonno non solo aiuta a consolidare i ricordi, ma rende anche più facilmente accessibili le informazioni che non riusciamo a ricordare quando siamo svegli.

Lo studio, recentemente pubblicato sulla rivista Cortex, ha coinvolto diversi volontari ai quali sono stati letti dei racconti. Alle cavie umane è stato chiesto di ricordare con precisione alcune parole subito dopo un buon sonno, o dopo un equivalente periodo di veglia. L’analisi dei risultati ha dimostrato come, rispetto alla veglia diurna, il sonno aiuti a recuperare i ricordi più di quando prevenga la perdita di memoria.

Dormire per ricordare meglio. Secondo Nicolas Dumay, dell’università di Exeter (UK), «il sonno raddoppia le possibilità di far affiorare ricordi precedentemente sepolti nel cervello. Questo fenomeno potrebbe indicare che alcuni ricordi si formano durante la notte e che, mentre dormiamo, alcune informazioni vengono rielaborate e "marcate" come importanti».

Secondo Dumay, responsabile di questo processo sarebbe l’ippocampo, una struttura interna del lobo temporale, che durante il sonno ritrasmette episodi appena accaduti alle aree del cervello che li avevano in origine registrati. In questo modo è come se, durante la notte, rivivessimo gli avvenimenti più importanti della giornata.

30 luglio 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us