Psicologia

Meno calorie potrebbero rendere più lucidi

Chi si sottopone a diete e digiuni controllati spesso dice di sentirsi più "lucido" a livello cognitivo. Uno studio sui topi offre una possibile spiegazione (che non è detto valga anche per l'uomo).

Chi si sottopone a diete di restrizione calorica sostiene talvolta di provare momenti di migliorata lucidità mentale. Che cosa c'è di vero? Negli ultimi anni, alcuni esperimenti sui topi hanno provato a fare luce su questo tema. Uno studio recente, condotto dai ricercatori del National Institute on Aging di Bethesda, nel Maryland, sembra confermare che periodi di digiuno controllato forniscono ai neuroni dei roditori maggiore energia, e li rendono più capaci di sviluppare nuove connessioni.

Risposta chimica. Il team ha studiato il cervello di 40 topi: tra questi, alcuni hanno digiunato a giorni alterni mentre altri hanno mangiato tutti i giorni, assumendo però tutti, in totale, le stesse calorie. I topi lasciati a digiuno hanno registrato un aumento del 50% del fattore neurotrofico cerebrale (o BDNF), una sostanza chimica che agisce sui neuroni del sistema nervoso centrale, favorendone la crescita, la differenziazione e la sopravvivenza.

Più energia e più relazioni. Passati studi hanno dimostrato che un simile aumento può far crescere del 20% il numero di mitocondri (le centrali energetiche delle cellule) all'interno dei neuroni. Il BDNF favorirebbe anche l'aumento di connessioni cerebrali, facilitando memoria e apprendimento.

Vale anche per l'uomo? Dal punto di vista evolutivo la scoperta presentata lo scorso mese alla Society for Neuroscience a Washington D.C. ha perfettamente senso: animali affamati hanno bisogno di una maggiore chiarezza mentale per cercare cibo nel più breve tempo possibile. Non è detto però che quanto osservato nei topi si verifichi anche nell'uomo. Passate ricerche sul rapporto tra restrizione calorica e longevità, evidente nei topi, hanno evidenziato effetti molto ridotti nei primati.

14 dicembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us