Piangi che diventi un campione

Se il vostro bambino piange in continuazione, potreste forse iscriverlo al “Baby-cry sumo”, una bizzarra competizione che si tiene ogni anno in Giappone. Due lottatori di sumo si fronteggiano...

reu_rtr1p460
Piangi che diventi un campione
Se il vostro bambino piange in continuazione, potreste forse iscriverlo al “Baby-cry sumo”, una bizzarra competizione che si tiene ogni anno in Giappone.
Due lottatori di sumo si fronteggiano tenendo in braccio un pargolo ciascuno: vince chi piange più forte. Non è chiaro come scatti la prima lacrima. Ma non è difficile immaginare quanto l’assenza della mamma, i due enormi baby-sitter e la presenza del pubblico possano inquietare i piccoli.
Quella che potrebbe sembrare una goliardata è, in realtà un rito propiziatorio, che si svolge, solitamente, presso un tempio. Si pensa, infatti, che il pianto dei bambini sia di buon auspicio per la loro salute e che li faccia crescere sani e forti, come i loro “padrini”…
Chissà se poi un po' di baby-yoga, come quello praticato in Cina, sarebbe utile a calmare i due piccoli "lottatori".
08 Maggio 2007 | Federica Ceccherini