Speciale
Domande e Risposte
Psicologia

Psst! Hai saputo che i pettegolezzi non sono sempre un male?

I pettegolezzi hanno anche degli aspetti positivi: creano connessioni sociali e consentono di conoscere il mondo indirettamente, attraverso gli altri.

Buone notizie per i pettegoli. Pare, infatti, che i pettegolezzi non siano per forza una cosa negativa anche se, ovviamente, spettegolare sulle conoscenze comuni, spesso criticandole e rivelandone i segreti, è sempre stato considerato abbastanza riprovevole. Ma Eshin Jolly, psicologa della Dartmouth University, ha rivelato su Current Biology che questa abitudine avrebbe anche i suoi aspetti positivi: facilita la connessione sociale e consente di conoscere il mondo indirettamente, attraverso le esperienze di altre persone.

Per dimostrarlo, la ricercatrice ha creato un gioco online in cui si riceveva del denaro e si poteva scegliere, con una decisione nota solo a pochi, se metterselo in tasca, o contribuire a una cassa comune che, aumentata del 50%, veniva poi divisa fra tutti in parti uguali. Insomma, per cooperare al bene comune bisognava avere fiducia negli altri. Quando le sessioni di gioco si svolgevano con solo discussioni pubbliche, però, la fiducia, cioè i contributi alla cassa comune, scendeva rapidamente, perché era difficile capire di chi fidarsi.

Decisioni e cooperazione. Ma quando era consentito spettegolare in conversazioni private, ecco che la fiducia reggeva molto più a lungo, sia perché ciò aumentava la confidenza fra i partecipanti, sia perché si ottenevano informazioni fondate sul comportamento altrui, utili per decidere. «Insomma, i pettegolezzi rinsaldano le relazioni e aiutano a capire meglio gli altri, così che, alla fine, danno un loro contributo a migliorare la cooperazione sociale», conclude Jolly.

27 settembre 2021
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us