Psicologia

Perché le coppie più giovani si separano di più?

La maggior parte delle coppie delle nuove generazioni non resistono per molto tempo. E tutto dipende dai motivi (pratici) per cui hanno deciso di andare a convivere.

È un dato di fatto, provato anche da una ricerca sociologica: le coppie delle nuove generazioni che decidono di convivere (o di sposarsi) non durano a lungo e si lasciano facilmente. È emerso esaminando tre gruppi di individui classificati in base all'anno di nascita: dal 1974 al 1979, dal 1980 al 1984 e dal 1985 al 1990. Per quelli nati negli anni Settanta la probabilità di essere ancora insieme al primo partner convivente è risultata del 50%, nettamente superiore a quella raggiunta dai più giovani. Dal 25% al ​​27% delle coppie dei due gruppi più anziani si sono separate entro due anni dalla convivenza, mentre per i nati tra il 1985 e il 1990 questa percentuale arriva al 43%.

Insieme ma senza progetti. Per spiegare le scarse possibilità di successo di queste unioni, gli studiosi dell'University College di Londra e dell'Università di St Andrews in Scozia, che hanno condotto la ricerca, si sono interrogati sul significato che i giovani attribuiscono alla scelta di vivere assieme. Mentre le persone nate negli anni Settanta consideravano la prima convivenza per lo più come un passaggio intermedio, un "matrimonio di prova", le nuove generazioni la scelgono spesso solo per ragioni pratiche: per uscire dalla famiglia d'origine, per comodità e anche per dividere le spese. E ovviamente, a lungo andare, queste ragioni non possono far durare un'unione che si rafforza, invece, se c'è un progetto di vita da portare avanti insieme.

Tratto dall'inserto di Focus Domande&Risposte. Leggi il nuovo Focus in edicola!

3 dicembre 2023 Margherita Zannoni
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us