Psicologia

Per uno sculaccione in più

Sculacciare bambini al di sotto dei due anni può spesso provocare disturbi comportamentali qualche anno dopo.

Sculacciate sì, sculacciate no. I metodi educativi cambiano nel tempo e nelle società, tanto che un ceffone ben assestato o uno sculaccione era per i nostri nonni il modo migliore per far capire l'antifona senza sprecare troppe parole. Oggi i ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health hanno scoperto che i bambini sculacciati sotto i due anni di età sono spesso soggetti a disturbi del comportamento qualche anno dopo.
La sperimentazione è consistita nel seguire quasi 2000 bambini nella fase di crescita che va dai due ai quattro anni, quando avvengono i primi contatti con i coetanei e si è inseriti in istituzioni scolastiche. I bambini che più spesso hanno riportato note da insegnati a causa del loro comportamento o che hanno richiesto l'intervento dei genitori a scuola, avevano nella loro “storia” qualche sculacciata di troppo.

Mamme stressate… aumentano le sculacciate
Lo studio, ancora in corso, ha rilevato che il 39 per cento dei bambini al di sotto dei due anni è punito con una media di 3,4 sculacciate a settimana.
Spesso la sculacciata è comunque legata a situazioni già altamente stressanti per il bambino come, per esempio, una mamma coi nervi a fior di pelle. Le mamme che nell'indagine hanno dichiarato di punire i propri figli in questo modo sono risultate avere stipendi più bassi della media, un livello di istruzione basso e spesso una predisposizione alla depressione.
Insomma se un bambino che fa i capricci, è punito con un castigo corporale, è probabile che da grandicello faccia danni peggiori. Se la sculacciata può indurre all'obbedienza nell'immediato, nel lungo periodo stimola infatti comportamenti asociali e aggressività nei ragazzi che l'hanno subita.

4 maggio 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us