Psicologia

Mi fido di te...

Quando qualcuno vi chiede aiuto tendete la mano senza pensarci due volte oppure siete certi che dietro quella richiesta ci sia un tentativo di "fregarvi"? Uno studio illustra la biochimica della fiducia e apre qualche nuova possibilità nella cura delle fobie. (Andrea Porta, 29 maggio 2008)

La fiducia è alla base di un rapporto sano con gli altri. Non per niente chi soffre di "fobie sociali" è di natura diffidente e costantemente in allerta. Solo ora una ricerca svizzera dimostra i meccanismi biochimici della paura degli altri: responsabili sarebbero una "chiave" e una "serratura" che tutti abbiamo nel cervello, rispettivamente l'ormone ossitocina e l'amigdala, un'area sensibile alla sua influenza.
L'ormone della fiducia. Studiando un gruppo di volontari impegnati in un gioco d'azzardo in cui era indispensabile fidarsi delle buone intenzioni degli altri giocatori, Thomas Baumgartner e colleghi dell'università di Zurigo hanno rilevato come l'attività cerebrale dell'amigdala, responsabile dell'attivazione delle più ancestrali reazioni di diffidenza e paura, si riduceva notevolmente quando ai partecipanti venivano somministrate per via nasale molecole di ossitocina. La sostanza avrebbe quindi un effetto diretto nelle reazioni di dubbio e diffidenza, tanto che, nel corso dell'esperimento, i soggetti che l'avevano assunta finivano col fidarsi "troppo", anche quando era palese che gli altri concorrenti stavano tentando intenzionalmente di approfittarsi di loro. Secondo i ricercatori, la scoperta potrebbe aprire la strada a nuove terapie per i disturbi psichici e neurologici - fobie, ma anche autismo e schizofrenia - in cui l'incapacità di fidarsi del mondo è alla base di una vera e propria patologia.

29 maggio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us