Psicologia

Meditazione: 11 semplici cose da fare per liberare la mente (senza Yoga)

Per trovare un po' di serenità, non è necessario isolarsi per immergersi nella meditazione: si può meditare perfino... lavando i piatti.

La meditazione non è necessariamente legata alle tradizionali pratiche yoga: si possono infatti ottenere i suoi benefici rigeneranti anche svolgendo attività ordinarie, come pulire casa, lavare i piatti e persino lavorare, a patto di fare tutto in modo consapevole e concentrato. A elencarle, tra gli altri, è stata la psicologa americana Joy Rains nel saggio Meditation illuminated: simple ways to manage your busy mind. Per esempio...

Lavare i piatti. Per molti è una seccatura, ma lavare i piatti a mano, con calma, può diventare un'attività meditativa, come conferma uno studio pubblicato sulla rivista Mindfulness, che ha rivelato come "immergendosi" in tale esperienza (per esempio annusando il profumo del sapone o "sentendo" la temperatura dell'acqua) si può dare sollievo allo stress, all'ansia e alla depressione.

Pulire casa. Un po' come avviene quando laviamo i piatti, altre attività casalinghe (lucidare i mobili, passare lo straccio o l'aspirapolvere) possono favorire la concentrazione: il trucco, a detta degli esperti, è compiere ogni gesto in maniera consapevole, mettendosi in piena sintonia con i propri sensi.

Andare al cinema. Nel suo volume, Rains sostiene che per ottenere risultati identici o molto simili alla meditazione tradizionale possiamo andare al cinema: al pari della musica, un buon film è infatti in grado di "neutralizzare" i pensieri negativi, assorbendo totalmente la nostra attenzione.

Lavorare. Potrebbe sembrare un controsenso, eppure – sostiene ancora la psicologa Joy Rains – non è detto che per ridurre lo stress dobbiamo necessariamente svolgere attività rilassanti: persino il lavoro, se affrontato con una buona dose di concentrazione, può aiutarci a raggiungere la giusta consapevolezza. A patto di non esagerare.

Costruire qualcosa con i Lego. Cimentarsi con i popolarissimi mattoncini Lego può essere in realtà una valida alternativa al disegno, dato che tale attività è praticamente identica in termini mentali: non è un caso che i lego siano diventati un passatempo sempre più popolare anche tra gli adulti per scaricare la tensione.

Modellare la ceramica. Un altro hobby considerato simile alla meditazione nei suoi effetti benefici è la lavorazione della ceramica: essere a contatto con l'argilla è infatti un'esperienza sensoriale rilassante e piacevole, che ci allontana dalle ansie accumulate nel quotidiano.

Ascoltare musica. Anche la musica, come tutti sappiamo, ha il potere di migliorare il nostro stato d'animo, abbassando i livelli di cortisolo (il cosiddetto "ormone dello stress") e interrompendo i pensieri negativi. Lo ha dimostrato di recente anche da un'analisi comparata di vari studi condotta da Health Psychology Review.

Guidare. A patto di farlo lungo un percorso ben conosciuto e poco trafficato, meglio ancora se su strade panoramiche, anche guidare può aiutarci a meditare, affinando i sensi e riducendo i pensieri negativi, come dimostra un articolo pubblicato sulla rivista Psychology Today.

Passeggiare in campagna. Uno dei modi attraverso i quali possiamo concentrarci eliminando lo stress quotidiano è quello di immergerci in uno scenario naturale: osservare un tramonto o passeggiare in un bosco respirando a pieni polmoni l'aria incontaminata può infatti aiutarci a migliorare l'umore, "schiarendo" la mente.

Scrivere. Imprimere nero su bianco le proprie sensazioni immediate può diventare un metodo molto efficace per riorientare il pensiero in senso positivo; uno studio uscito su Psychology Research and Behavior Management ha inoltre rivelato gli effetti meditativi degli esercizi di calligrafia, utili a ridurre lo stress.

Disegnare. Al pari della scrittura, il disegno o la pittura sono attività creative e rilassanti in grado di eliminare inutili distrazioni, aiutandoci a focalizzare la nostra attenzione sul "qui e ora", proprio come avviene di solito anche nella meditazione tradizionale.

16 agosto 2023 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us