La mappa delle emozioni ispirate dalla musica

Quali sentimenti provoca la musica in ciascuno di noi? La risposta è in questa mappa che mostra migliaia di brani, ognuno rappresentato in funzione delle emozioni che suscita.

Mappa delle emozioni suscitate dalla musica
Clicca qui per esplorare la mappa interattiva creata dai ricercatori della UC Berkeley. | Alan Cowen

Enya con la sua "Orinoco Flow" trasmette allegria al 36% dei suoi ascoltatori; "Woman in love" di Barbra Streisand è romantica per il 67% di chi la ascolta; la colonna sonora di "2001-Odissea nello spazio" (ovvero "Così parlò Zarathustra" di Richard Strauss) dà a molti un senso di trionfo e di eroismo.

 

Non stiamo dando i numeri: vi stiamo snocciolando i risultati di una curiosa ricerca condotta dagli scienziati della University of California, Berkeley, che ha preso in analisi più di 2.500 soggetti tra USA e Cina, registrandone le risposte emotive a migliaia di canzoni di generi diversi.

Lo studio. I volontari, reclutati attraverso la piattaforma di crowdsourcing Amazon Mechanical Turk, hanno prima di tutto selezionato da YouTube alcuni brani che evocassero in loro diverse emozioni; da quelle musiche, i ricercatori hanno creato una raccolta di clip audio da usare nell'esperimento. Infine, quasi duemila tra statunitensi e cinesi hanno valutato 40 campioni musicali basati su 28 categorie di emozioni. Da questi dati gli studiosi hanno ricavato tredici categorie comuni alle diverse culture che corrispondessero a sentimenti specifici, come "deprimente" o "allegro", creando poi una "mappa delle emozioni".

Differenze culturali. Se è vero che le emozioni identificate dai partecipanti erano quasi sempre corrispondenti, cinesi e statunitensi differivano nel giudicare positive o meno delle sensazioni: «Individui appartenenti a diverse culture possono essere d'accordo sul fatto che una canzone susciti in loro un sentimento di rabbia, ma non concordare sul fatto che quel sentimento sia negativo o positivo», spiega Alan Cowen, capo dello studio.

 

Questa ricerca può essere applicata in diversi campi: durante una terapia psichiatrica o psicologica, ad esempio, per sapere quale musica utilizzare per provocare una certa emozione; oppure per piattaforme di streaming come Spotify, che potrebbero regolare i propri algoritmi per riprodurre canzoni adatte ai gusti o all'umore dei clienti.

 

20 gennaio 2020 | Chiara Guzzonato