Psicologia

Perché usare lo smartphone al supermercato fa spendere di più?

Fare la spesa al supermercato guardando lo smartphone per vedere messaggi, social e notifiche varie può fare spendere più del previsto.

Non conviene usare lo smartphone mentre facciamo la spesa al supermercato. Se vogliamo acquistare i prodotti che ci servono per davvero, e quindi spendere di meno, è decisamente meglio restare concentrati sulla spesa, evitando di guardare lo schermo per controllare messaggi e social.

Focus Domande&Risposte 63
Questa e tante altre curiosità su Focus Domande&Risposte: sfoglia l'anteprima! © Focus D&R

Il suggerimento è il risultato di un test condotto dall'Università di Bath (UK), che grazie a speciali occhiali capaci di registrare i movimenti oculari ha monitorato il comportamento di 500 persone impegnate in una comune spesa al supermercato.

Gli psicologi hanno così potuto osservare che cosa le persone coinvolte stessero guardando durante il loro normale percorso tra i corridoi del supermercato: è risultato che controllare più volte lo smartphone porta a spendere addirittura il 41% in più, perché distrae dai percorsi abituali tra gli scaffali disattivando il pilota automatico con cui, in genere, si fa la spesa.

Più concentrazione! La maggior parte dei consumatori, di solito, compra sempre gli stessi prodotti e si muove automaticamente verso gli scaffali in cui si trovano, trascurando tutto il resto. Invece, guardando lo schermo dello smartphone si è meno concentrati e il percorso si fa più lento e imprevedibile. In questo modo l'attenzione può essere più facilmente catturata da prodotti che si sarebbero ignorati, e che invece così finiscono nel carrello, facendo levitare il costo della spesa.

# Questo articolo, di Margherita Zannoni, è tratto da Focus Domande&Risposte 63.

26 gennaio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us