Psicologia

Perché usare lo smartphone al supermercato fa spendere di più?

Fare la spesa al supermercato guardando lo smartphone per vedere messaggi, social e notifiche varie può fare spendere più del previsto.

Non conviene usare lo smartphone mentre facciamo la spesa al supermercato. Se vogliamo acquistare i prodotti che ci servono per davvero, e quindi spendere di meno, è decisamente meglio restare concentrati sulla spesa, evitando di guardare lo schermo per controllare messaggi e social. Il suggerimento è il risultato di un test condotto dall'Università di Bath (UK), che grazie a speciali occhiali capaci di registrare i movimenti oculari ha monitorato il comportamento di 500 persone impegnate in una comune spesa al supermercato.

Gli psicologi hanno così potuto osservare che cosa le persone coinvolte stessero guardando durante il loro normale percorso tra i corridoi del supermercato: è risultato che controllare più volte lo smartphone porta a spendere addirittura il 41% in più, perché distrae dai percorsi abituali tra gli scaffali disattivando il pilota automatico con cui, in genere, si fa la spesa.

Più concentrazione! La maggior parte dei consumatori, di solito, compra sempre gli stessi prodotti e si muove automaticamente verso gli scaffali in cui si trovano, trascurando tutto il resto. Invece, guardando lo schermo dello smartphone si è meno concentrati e il percorso si fa più lento e imprevedibile. In questo modo l'attenzione può essere più facilmente catturata da prodotti che si sarebbero ignorati, e che invece così finiscono nel carrello, facendo levitare il costo della spesa.

-------

Margherita Zannoni

26 gennaio 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us