Psicologia

La risata è davvero contagiosa

Quando sentiamo qualcuno che ride non possiamo fare a meno di ridere o almeno sorridere. Questo, secondo alcuni neurologi inglesi, si spiega con il fatto che ridere di fronte a una risata è automatico. Una reazione che non possiamo controllare.

Se durante una noiosissima riunione, vi alzate e inciampando, fate ridere tutta la sala, non vi preoccupate, probabilmente l’episodio non ha fatto ridere davvero tutti. Secondo un nuovo studio infatti, sono sufficienti le risa di una sola persona per “contagiare” un intero gruppo di persone.

Tutto nella corteccia
Alcuni ricercatori della University College di Londra hanno analizzato, con la risonanza magnetica per immagini, il cervello di un gruppo di volontari mentre venivano fatti ascoltare loro diversi suoni. Alcuni piacevoli, come la risata e l’applauso e altri sgradevoli, come le urla e i conati di vomito. Benché tutti questi suoni attivino la stessa regione del cervello, chiamata corteccia premotoria, ci sarebbero delle differenze nella risposta cerebrale.

Muscoli pronti
I suoni gradevoli come le risa (ma anche una semplice risatina) innescano un’attività neuronale due volte maggiore dei suoni sgradevoli. E poiché la corteccia premotoria controlla i muscoli facciali, preparando il nostro viso alla risata (o alla smorfia di disgusto nel caso di suoni sgradevoli), i ricercatori hanno ipotizzato che rispondere alle risa, ridendo o sorridendo, potrebbe essere automatico. Un meccanismo, insomma, che non siamo in grado di controllare: ridere di fronte a una risata è un impulso.

Una risata non ci dividerà
Studi precedenti avevano già evidenziato che siamo portati a ripetere le emozioni (come gli stati d’animo) delle persone che abbiamo accanto. Un comportamento istintivo che aiuta l’interazione sociale. La risata quindi potrebbe essere “contagiosa” al fine di costruire legami positivi fra le persone. Ma non solo, l’imitazione delle risa ha anche un benefico effetto sugli altri: far ridere di gusto qualcuno può fargli realmente passare il cattivo umore.

(Notizia aggiornata al 13 dicembre 2006)

13 dicembre 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us