Psicologia

L'ADHD potrebbe essere stato favorito dall'evoluzione

I tratti associati al disturbo da deficit dell'attenzione/iperattività (ADHD) potrebbero aver facilitato la ricerca di cibo dei nostri antenati.

Iperattività, scarsa concentrazione, impulsività: sono alcuni dei tratti tipici del disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività (ADHD), che oggi tendono ad essere visti negativamente e che risultano debilitanti in molte circostanze. Eppure, c'è stato un tempo in cui questi stessi comportamenti potevano aiutare nella ricerca di cibo commestibile in vaste aree da percorrere a piedi: è l'ipotesi avanzata in un nuovo studio, secondo il quale l'ADHD potrebbe essere oggi così diffusa anche per ragioni evolutive.

L'ADHD oggi. L'ADHD è un disturbo del neurosviluppo diagnosticato di solito durante l'infanzia e che si protrae nell'età adulta. I sintomi includono difficoltà nel controllo dei comportamenti impulsivi, vivacità eccessiva, scarsa durata dell'attenzione, scarsa propensità a portare a termine un compito, impazienza. Questi tratti possono essere debilitanti tanto da interferire con lo sviluppo, i rapporti sociali, il rendimento scolastico.

Perché è così diffusa? David Barack e i colleghi dell'Università della Pennsylvania (Stati Uniti) sono partiti dalla considerazione che l'ADHD è più prevalente di quanto ci si potrebbe aspettare dalla semplice casualità delle mutazioni genetiche; e in generale, che tratti come l'impulsività e la facilità a distrarsi sono più comuni di quanto sembrerebbe "vantaggioso" nella società attuale. 

Un compito di raccolta. Nella loro ricerca, gli scienziati hanno chiesto a 457 adulti di partecipare a un gioco online in cui bisognava cogliere quante più bacche possibili da alcuni cespugli in 8 minuti di tempo. Il numero di frutti presenti sui cespugli diminuiva mano a mano che si cliccava su quella pianta: dunque i partecipanti dovevano decidere se ostinarsi a cercare sullo stesso cespuglio concentrandosi meglio o se iniziare a cercare altrove, a costo però di perdere tempo.

Il rischio di cambiare. Il team ha anche valutato la presenza di sintomi compatibili con l'ADHD nei partecipanti (una valutazione che non è, sottolineano i ricercatori, neanche lontanamente comparabile a una diagnosi) attraverso questionari, trovandoli in 206 persone. Chi aveva ottenuto punteggi più elevati nella scala di valutazione dell'ADHD è parso anche più propenso a cambiare spesso cespuglio, abbandonando quello attuale per cercare altrove. In generale chi ha usato questa strategia ha anche raccolto più bacche virtuali e totalizzato più punti.

Talvolta vantaggiosi? I risultati sono compatibili con i risultati di precedenti ricerche, che avevano trovato nelle popolazioni nomadi che vivono di esplorazione geni associati con l'ADHD. Altri scienziati sono convinti che tratti di norma debilitanti e tipicamente legati all'ADHD potrebbero aiutare a cavarsela in situazioni dove sono richiesti attività fisica e capacità di prendere decisioni rapide.

14 marzo 2024 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us