Psicologia

Il sapore amaro e i comportamenti antisociali

Chi ama il caffè e il cioccolato fondente è più incline all'aggressività e a comportamenti antisociali... Ma alla fine è sempre una questione di gusti.

Una maggiore affinità verso i cibi e le bevande amare, come il cioccolato fondente o il caffè, potrebbe celare una personalità con tendenze antisociali. Lo afferma uno studio appena pubblicato sulla rivista Appetite, che spiega come due ricercatori dell'Università di Innsbruck abbiano cercato di associare le preferenze culinarie a specifici tratti caratteriali.

L'indagine. Gli psicologi Christina Sagioglou e Tobias Greitemeyer hanno chiesto a 500 volontari di esprimere la loro preferenza nei confronti di diversi cibi di ogni sapore. Successivamente gli intervistati sono stati sottoposti a test di personalità, tra cui il Big Five Questionnaire, che valuta il soggetto su cinque grandi dimensioni (estroversione, apertura mentale, gradevolezza, stabilità emotiva, coscienziosità), e il test per individuare la presenza di tratti comportamentali della cosiddetta triade oscura (narcisismo, machiavellismo e psicopatia).

I ricercatori hanno così scoperto che i golosi di cibi amari rivelano una maggiore predisposizione per l'aggressività, la psicopatia e il sadismo. Come si legge nello studio, «i risultati suggeriscono che il grado di apprezzamento di una persona per gli alimenti e le bevande amare è stabilmente legato al lato oscuro della sua personalità».

Questione di gusto. Ad addolcire le conclusioni ci hanno pensato gli stessi autori, che hanno sottolineato come la preferenza per un certo alimento sia influenzata da un mix di fattori, tra cui le esperienze passate o la sensibilità per il gusto e gli odori. La ricerca si mostra ad esempio debole sulla definizione dei sapori: soggetti diversi percepiscono infatti i sapori in modo diverso.

Serviranno inoltre ulteriori approfondimenti per capire se alla base di questa ipotizzata correlazione tra cibi amari e comportamenti antisociali esista realmente una causa biologica o psicologica.

Sul numero 277 di Focus, in edicola fino al 23 novembre, trovi un articolo che spiega perché il gusto dell'amaro fa bene alla salute, come lo riconosciamo e dove possiamo trovarlo. Scopri l'anteprima del numero.
Focus è anche su iOS - Android - Amazon - Zinio (web). E per non perderti nessun numero abbonati qui.
14 ottobre 2015 Davide Decaroli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us