Psicologia

Il dolore reale fa meno male di quello probabile

Meglio una botta oggi o un pizzicotto (forse) domani? La risposta è meno ovvia di quanto si creda.

Preferireste ricevere una piccola, ma dolorosa scossa elettrica subito, o correre la metà delle probabilità di avvertirla domani? È un dilemma meno banale di quanto si pensi. Secondo uno studio pubblicato su Nature Communications, la possibilità di un dolore futuro induce più stress di un dolore certo.

Una brutta sorpresa. I ricercatori dell'University College London hanno chiesto a 45 volontari di cimentarsi in un gioco online in cui dovevano sollevare pietre virtuali. Sotto alcuni dei massi si celava un serpente, alla scoperta del quale i partecipanti ricevevano una scossa elettrica. Dopo un po' di pratica i soggetti hanno imparato a riconoscere le rocce "preferite" dai serpenti, ma con il tempo la difficoltà è aumentata e le chance di trovarne uno sono diventate sempre più casuali.

Un utile stato di allerta. Gli scienziati hanno misurato il livello di stress di ciascuno, attraverso la sudorazione e la dilatazione delle pupille: i volontari sono apparsi più stressati e ansiosi quando non avevano idea di cosa ci fosse ad aspettarli sotto alle pietre, rispetto a quando avevano la certezza della scossa. Ma tutta quest'ansia non è stata vana. Chi aveva dato maggiori segni di stress si è dimostrato anche più bravo e accurato nel prevedere che cosa celassero i massi.

Meglio saperlo. I risultati sono in linea con quelli di alcuni studi precedenti: altre ricerche avevano dimostrato come l'incertezza sull'intensità di una scossa fosse più stressante della certezza di una scossa forte; o come chi lavora con un capo che lo tratta a volte male, a volte bene sia più stressato di chi si è ormai rassegnato al caratteraccio del "boss".

30 marzo 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us