Psicologia

Il cervello dei runner ha migliori connessioni

Il cervello di chi corre e quello di chi suona uno strumento musicale si somigliano in fatto di connettività: varie regioni della corteccia sono meglio collegate e in maggiore sincronia.

Chi corre regolarmente ha, come i musicisti, un cervello maggiormente connesso rispetto agli altri. Analisi cerebrali condotte dai ricercatori dell'Università dell'Arizona hanno riscontrato, nei runner, una migliore connettività funzionale in alcune aree della corteccia frontale, una regione cerebrale implicata, tra gli altri compiti, nella pianificazione, nelle capacità decisionali e nel multitasking.

Le analisi in risonanza magnetica sono state condotte su 22 giovani uomini tra i 18 e i 25 anni simili per grado di istruzione e indice di massa corporea, per metà "corridori" e per metà no. Le immagini sono state acquisite in situazioni di riposo e somigliano molto a quelle dei cervelli dei musicisti.

Allenati. Passate ricerche avevano infatti dimostrato che i compiti che richiedono un accurato controllo motorio, come imparare a suonare uno strumento musicale, sono correlati a una migliore connettività cerebrale. Lo stesso beneficio sembra valere per la corsa, che anche se può sembrare un'attività ripetitiva, richiede capacità di programmare e di prendere decisioni.

Assicurazione. Anche se l'impatto preciso di un più intricato numero di connessioni sul nostro modo di pensare non è noto, si pensa che la connettività funzionale possa avere un ruolo protettivo sul cervello: ictus e malattie neurodegenerative riducono la connettività cerebrale, rendendo le aree cerebrali colpite più isolate.

19 dicembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us