Psicologia

Identificati i "neuroni dei massaggi"

Un gruppo di cellule nervose individuate nei topi si "accende" quando i roditori vengono accarezzati. Sarebbero simili a quelle che nell'uomo, si attivano in risposta alle coccole.

Quando lo accarezzate, il vostro gatto vi ringrazia con una sinfonia di fusa. E probabilmente anche voi fate lo stesso se, tornati a casa dal lavoro, trovate ad accogliervi un bel massaggio. La tendenza ad apprezzare carezze e contatti delicati sulla pelle o sul pelo è una caratteristica comune a molti mammiferi, ma finora non si sapeva quali fossero i neuroni deputati a captare questo stimolo.

Le cellule nervose che si "accendono" in risposta a carezze e massaggi sono state identificate per la prima volta nei topi, e non sono poi tanto diversi da certi neuroni umani: lo sostiene un gruppo di ricerca del California Institute of Technology di Pasadena (USA) in uno studio pubblicato su Nature.

Non solo mammiferi: anche gli uccelli si fanno i massaggi

I ricercatori hanno utilizzato una speciale spazzola per pizzicare, urtare o accarezzare gli arti inferiori di alcuni topi di laboratorio. Un particolare tipo di neuroni, identificati da marker molecolari, ha risposto in modo specifico alle carezze. Grazie a una tecnica di imaging, gli scienziati hanno osservato i neuroni rispondenti allo stimolo piacevole "accendersi" - manifestando bagliori fluorescenti - quando gli animali venivano accarezzati. La fluorescenza rappresentava in questo caso l'aumento di calcio tipico di un neurone che si attiva. Un altro gruppo di cellule nervose si è invece attivato solamente in risposta allo stimolo doloroso del pizzicotto ma non alle carezze.

I gatti e le carezze: perché alcuni sembrano non apprezzarle sempre?

Esperimenti comportamentali hanno poi confermato che i topolini effettivamente apprezzavano l'essere accarezzati. Gli animali utilizzati erano infatti stati geneticamente modificati in modo che una semplice iniezione potesse attivare i neuroni sensibili agli stimoli piacevoli, e i roditori, messi di fronte a una scelta tra diversi comparti del laboratorio, hanno preferito dirigersi verso quello in cui solitamente veniva loro praticata questa iniezione.

Massaggi per comunicare con il proprio cane: guarda

L'attivazione di questi neuroni aiuta anche ad alleviare i sintomi dell'ansia e questo potrebbe spiegare perché molti mammiferi apprezzano attenzioni come carezze e grooming. Anche se non siamo pelosi come topi, i neuroni individuati nelle cavie somigliano a quelli presenti nella parte più superficiale della nostra pelle (solo in quella coperta di peluria e non, per esempio, sul palmo delle mani). Buono a sapersi, anche se è troppo presto per pensare a possibili risvolti terapeutici.

4 febbraio 2013 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us