Psicologia

I papà dedicano ancora troppo poco tempo ai figli

I padri italiani dedicano ai figli 38 minuti al giorno (le mamme quasi 5 ore). Il dato è il più basso d'Europa, ma nelle nostre famiglie è in corso una rivoluzione: i papà si stanno avvicinando sempre più ai loro figli. Lo provano i sondaggi, lo dicono le mamme.

I padri italiani dedicano in media ai loro figli soltanto 38 minuti al giorno. Le madri? Molto di più: 4 ore e 45 minuti. È il dato che emerge da una ricerca condotta dal Sirc, centro di ricerche inglese specializzato in analisi dei trend sociali. Un dato che non ci fa onore, soprattutto se confrontato con quello dei papà di altri paesi europei: 42 minuti al giorno per i papà spagnoli e tedeschi, 64 per gli svedesi, 120 per i greci. Tutti, meglio dei nostri.

Dedicato ai papà

Sul numero di Focus n. 257 in edicola fino al 20 marzo, puoi leggere il Dossier La scienza dei papà con articoli che spiegano le ultime scoperte scientifiche sulla trasmissione genetica dei padri, e sul loro ruolo insostituibile nello sviluppo psicologico dei figli.

Meglio di quelli di ieri
Eppure, anche se questa è l'ennesima conferma che a crescere i figli nel nostro Paese sono soprattutto le madri, qualcosa si muove. In altre parole, abbiamo fatto progressi rispetto a quanto accadeva tempo fa.

A dirlo, sono proprio mogli e compagne: sempre secondo i dati Sirc, l'87% di queste riconoscono che il loro partner sono un po' più coinvolti (37% del totale) o addirittura molto più coinvolti (50%) nella gestione dei figli rispetto a quanto facessero i loro padri. Solo l'8% delle madri, dunque, sostiene di non aver trovato alcuna differenza.

Lo provano anche i dati Istat: i bambini italiani che giocano ogni giorno con i loro papà sono il 5% in più rispetto a 15 anni fa.

Di più: questo fenomeno è anche emerso dal sondaggio di Focus sulla vita di coppia lanciato nell'ottobre 2013: Lui e lei: chi fa i lavori di casa?, dal quale risulta che gli uomini stanno lontani dai fornelli, ma non dai pannolini.

Partecipa al sondaggio

Partecipa al grande sondaggio I nuovi padri. Uomini e donne a confronto: l'evoluzione della figura paterna nella società
che
Focus.it ha lanciato
in collaborazione con Nostrofiglio.it ed Eurispes.

Giochi di movimento
Come passano il tempo i nostri figli quando sono con i papà? Per esempio le bambine? Il 44,8% fa giochi di movimento, mentre il 25,7% si divertono con loro con i videogiochi. Occupazioni decisamente diverse da quelle che fanno con le madri: il 72% infatti disegna, il 25% fa giochi di ruolo, il 55% svolge giochi di attività domestiche (il totale è diverso da 100 perché ogni bimba può fare più cose sia con il padre che con la madre).


Per approfondire e scoprire il ruolo dei papà, puoi leggere anche il dossier "La scienza dei papà" a cura di Roberto Graziosi su Focus n. 257 in edicola fino al 20 marzo.

Inoltre puoi leggere Come essere un bravo papà: 5 regole d'oro sul ruolo del padre su Nostrofiglio.it.

Ti potrebbero interessare

Un amore di papà
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Cuccioli, la carica dei 101
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Cocchi di mamma
VAI ALLA GALLERY (N foto)

27 febbraio 2014 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us