Psicologia

I mancini pensano più velocemente

Un recente studio ha stabilito che chi usa la sinistra risulterebbe più abile nella capacità di elaborare le informazioni.

I mancini pensano più velocemente
Un recente studio ha stabilito che chi usa la sinistra risulterebbe più abile nella capacità di elaborare le informazioni.

Kurt Cobain, celebre cantante e chitarrista del famoso
gruppo dei Nirvana era mancino.

Secondo una ricerca australiana, chi mangia, scrive e compie con più facilità pressoché ogni azione quotidiana con la mano sinistra è più abile nelle attività in cui è richiesta rapidità e coordinamento delle informazioni. Il motivo? Una migliore interconnessione tra i due emisferi del cervello.

Velocità e campo visivo.
Lo studio, condotto da Nick Cherbuin della Australian National University, si è articolato in tre fasi. Inizialmente un gruppo di volontari è stato sottoposto a un test destinato a misurare il tempo di trasferimento delle informazioni tra i due emisferi del cervello. I risultati sono stati poi messi in parallelo con quelli di un secondo test in cui i volontari dovevano collegare fra loro le lettere che venivano proiettate su uno schermo in modo che fossero visibili di volta in volta solo nella parte sinistra o in quella destra del campo visivo.

Questione di millisecondi.
I test hanno mostrato che la velocità di trasferimento delle informazioni tra emisferi è strettamente correlata con la capacità di metterli in funzione. Un paragone tra gli 80 destrorsi e i 20 mancini a cui sono stati somministrati i test ha permesso di stabilire infatti che i secondi sono mediamente più veloci nell’identificazione delle lettere di 43 millisecondi. Ciò confermerebbe l’ipotesi iniziale degli scienziati, e cioè che nei mancini l’interconnessione tra emisferi è più efficiente tanto da predisporli a compiti in cui è richiesta la capacità di gestire stimoli multipli e contemporanei, come guidare nel traffico o giocare con i videogame.

I mancini sono bravi ai videogiochi.
Secondo gli scienziati, la maggioranza delle persone tende ad usare entrambi gli emisferi quando è posta di fronte a operazioni in cui è richiesta velocità di esecuzione e interpretazione di informazioni, come appunto i videogiochi o alcuni sport. I mancini quindi eccellerebbero in queste attività proprio grazie a un miglior funzionamento delle strutture cerebrali destinate a collegare le due parti del cervello.

(Notizia aggiornata al 11 dicembre 2006)

11 dicembre 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us