Psicologia

Che cosa succede nella testa di un terrorista?

Il terrorista riesce a compiere crimini senza sentire rimorso: il suo odio si scatena contro chiunque metta in discussione la sua ideologia.

Un'ideologia totalizzante travolge nei terroristi ogni altra considerazione. Lo ha constatato la psicologa Jocelyn Bélanger, della New York University ad Abu Dhabi, che ha potuto intervistare terroristi islamici detenuti, per capire cosa crei la loro particolare forma mentale. Come riportato su Philosophical Transactions of the Royal Society, il punto chiave in loro è l'aver messo al centro della propria identità una ideologia che tutto spiega e regola, leggendo poi il mondo solo attraverso di essa.

Non uccidere. «Questa forma mentale porta a quattro processi che spianano la strada al terrorismo: la resa morale (cioè il crollo di ogni norma interiore come: "non uccidere") che permette di compiere crimini senza sentire rimorso. Poi l'odio, che si scatena contro chiunque metta in discussione l'ideologia. Ancora: la limitazione delle relazioni sociali, che si riducono solo a contatti con chi la pensa allo stesso modo. Infine, la "reattanza psicologica" cioè una resistenza, spesso inconscia, a qualsiasi ordine o consiglio provenga anche da persone loro vicine, come parenti e amici, in nome della propria libertà».

Questo significa che cercare di cambiare la loro mente con il convincimento razionale è, purtroppo, inutile. L'unica strada, dicono gli esperti, è soddisfare il bisogno dei terroristi di far parte di un gruppo solidale, trovandogliene uno non violento, che sia anche in grado di rendere la loro vita più soddisfacente della precedente.

---------

Alex Saragosa

22 ottobre 2023
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us