Psicologia

Come saranno i ragazzi di domani (e gli adolescenti di oggi)?

Un'indagine di Eurispes pubblicata oggi traccia un ritratto dei bambini al tempo della crisi: bulli, egoisti, depressi e dipendenti da Internet. Ma l'analisi del prossimo numero di Focus è più ottimista: la generazione 2000, quella dei ragazzi che nel 2013 diventano teen agers, sarà migliore della precedente e più attenta alla condivisione. Online e nella società reale.

Non solo egocentrici, ansiosi e stressati, come emerso per gli attuali teenager protagonisti dell’ultima ricerca Eurispes, ma in futuro sempre più attenti agli sprechi, indipendenti e amanti della condivisione. La nuova generazione “Wiki” è al centro di un ampio servizio sul numero del mensile Focus in edicola il 22 gennaio in cui le ansie e le preoccupazioni degli adulti nei confronti dell’attuale generazione di adolescenti, si annuncia, saranno ribaltate positivamente, nei prossimi anni.
“La (nuova) meglio gioventù”, questo il titolo dell’articolo, presenta un ritratto molto confortante dei ragazzi nati nel 2000: rispetto anche ai cosiddetti nativi digitali, i futuri teenager utilizzeranno al meglio la rete e i social network con maggior criterio e conoscenze più approfondite, saranno sperimentatori di professione, useranno sempre meno i manuali e cercheranno nello scambio di informazioni in rete le soluzioni ai problemi: saper fare e saper risolvere sono le loro principali competenze.

Una generazione più competente
In Italia entro il 2020 i teenager saranno 3 milioni e 700mila e, paradossalmente, saranno più artigiani dei loro coetanei che li hanno preceduti ma molto più preparati, perché potranno usufruire degli strumenti high tech. I ragazzi del 2020 metteranno e troveranno in rete le loro conoscenze e competenze, molto più di quanto riescano a fare i ragazzi di oggi. E le preoccupazioni dei genitori sul troppo tempo passato dai figli davanti al pc o sul telefonino non avranno più ragione di esistere: per i futuri adolescenti non si tratterà di trovarsi uno spazio separato dalla realtà, come oggi insinuano gli adulti, ma di continuare a vivere nella realtà con altri mezzi.

Per i teen-ager del terzo millennio le parole d’ordine sono mobilità e condivisione.

Generazione green
Secondo la ricerca che si potrà leggere su Focus 244 in edicola dal 22 gennaio, saranno ragazzi che conoscono il mondo meglio di tutte le generazioni precedenti, grazie al web, ai canali satellitari e ai viaggi di studio e vacanza; avranno anche imparato che mettere il video di una bravata o un’ubriacatura in rete non li favorirà quando cercheranno un lavoro. Una generazione tutt’altro che disimpegnata: i nati dopo il 2000 saranno anche più impegnati sull’ambiente, pragmatici e attenti ai piccoli gesti quotidiani con molti dubbi etici associati alle nuove tecnologie, dal download illegale di musica e film alla censura online.

Generosi e imprenditori
Non saranno ideologizzati o idealisti ma generosi, continueranno a fare volontariato, ad essere attivi on line con petizioni on line e gruppi di pressione. Una generazione wiki, insomma, secondo una ricerca dell’autorevole futurologo australiano Mark McCrindle che nel servizio di Focus sostiene: “I ragazzi del 2020 saranno liberali nelle questioni sociali ma conservatori su quelle economiche. Hanno già ben chiaro che saranno loro i padroni del proprio destino e per questo sarà una delle generazioni più imprenditoriali di sempre”..

16 gennaio 2013
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us