Psicologia

Maschi e femmine: con i bambini parliamo in modo diverso a seconda del loro genere

Quando parliamo con i bambini, a prescindere che siamo genitori o meno, cambiamo il nostro linguaggio in base al loro genere.

Non parliamo a tutti i bambini allo stesso modo: il linguaggio che utilizziamo varia inconsapevolmente a seconda che ci rivolgiamo a un maschio, a una femmina o a un bambino di genere neutro (ovvero non identificato come maschio o femmina). Queste sono le conclusioni alle quali è giunto uno studio pubblicato su Sex Roles, che ha coinvolto quasi mezzo milione di adulti con l'obiettivo di fare chiarezza in un campo nel quale studi precedenti avevano restituito risultati contrastanti.

L'esperimento. La ricerca ha coinvolto oltre 450 adulti, genitori e non, cui è stata mostrata una descrizione visiva e scritta di tre bambini di quattro anni: una femmina, un maschio, e un bambino di genere neutro. Ai volontari è stata poi presentata una scena, come la costruzione di un castello di sabbia, ed è stato loro richiesto di scegliere una tra quattro risposte possibili per comunicare con ognuno dei bambini.

Genere e sesso: che differenza c’è?

In sociologia, il sesso è il termine utilizzato per riferirsi alle differenze anatomiche e fisiologiche che caratterizzano i corpi maschili e femminili, mentre il genere riguarda le differenze psicologiche, culturali e sociali tra maschi e femmine (e può essere diverso dal sesso biologico).

Linguaggi diversi. Dai risultati è emersa una chiara differenza nella scelta del linguaggio da parte degli adulti in base al sesso del bambino con il quale si relazionano: parlando con le femmine, i volontari optavano per risposte più dettagliate che includessero emozioni e desideri; con i maschi il linguaggio si faceva meno emotivo, mentre con i bambini di genere neutro le risposte erano più secche e meno chiarificatrici. «Il fatto che gli adulti rispondessero in modo meno elaborato ai bambini di genere neutro sottolinea l'importanza di considerare le diverse espressioni di genere quando si studiano gli aspetti dello sviluppo di un bambino», spiega a IFLScience Callyn Farrell, coordinatore dello studio.

La cosa che ha stupito i ricercatori è che le risposte di genitori e non genitori non differivano di molto tra loro, a riprova che essere padre o madre potrebbe non essere associato alla probabilità di utilizzare determinate categorie di linguaggio più di altre.

«Quanto scoperto evidenzia le preferenze o i potenziali bias nell'uso del linguaggio da parte degli adulti in funzione del genere del bambino», spiegano gli autori, che concludono: «Capire queste preferenze o bias potrebbe aiutare a promuovere degli ambienti di sviluppo linguisticamente ricchi per tutti i bambini, a prescindere dalla loro espressione di genere».

23 agosto 2023 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us