Che cos’è la reattanza?

Non volete fare qualcosa? Obbedire vi costa? Date la colpa alla reattanza.

42-36527445_preview
Non hai voglia di fare nulla? Forse è la reattanza.

La reattanza è la resistenza psicologica a non eseguire ordini che provengono da persone molto vicine e/o amate che in qualche modo controllano la nostra vita: soprattutto persone di famiglia come genitori, mogli, mariti, ma anche il datore di lavoro.

 

Secondo uno studio della Duke University, questo meccanismo si verifica inconsciamente e quindi non è controllabile. Una reazione inconsapevole, quindi, attuata a livello subcosciente.

Libertà. Secondo i ricercatori di questo studio, inoltre, le persone con alta reattanza finiscono per agire addirittura contro il proprio interesse perché l’unica cosa che conta è appunto resistere a ogni costo a chiunque cerchi di limitare la loro libertà.

 

Il termine reattanza è mutuato dall'elettrotecnica, dove il termine indica - in un circuito elettrico a corrente alternata a due morsetti - la parte immaginaria dell'impedenza. Quest'ultima rappresenta la forza di opposizione di un circuito al passaggio di una corrente elettrica.


Ti può interessare
Essere troppo buoni è una patologia?
Sai resistere alle tentazioni?
A che cosa serve la rabbia?

13 Novembre 2017