Psicologia

Che cosa ci insegnano alcune favole di Walt Disney?

Un illustratore inglese spiega - brevemente e con una punta di ironia - che cosa ci hanno insegnato i protagonisti di alcune favole di Walt Disney. Un modo abbastanza dissacrante per spiegarci una verità "scientifica": le favole si insegnano a crescere.

Con le fiabe siamo cresciuti e attraverso di esse abbiamo imparato a conoscere noi stessi, a vincere le nostre paure. Abbiamo scoperto il nostro mondo emotivo, appreso schemi nuovi di comportamento e ricavato gli aspetti pratici.

E, grazie all'ironia di Jared Maruyama prendiamo spunto dalle principesse più popolari delle favole Disney per alcune elementari regole di vita quotidiana.

Dalla favola di Biancaneve, per esempio: “Ricordarsi, sempre, di lavare la frutta”.

E da Cenerentola? “Nella vita, tutto ciò che serve è avere un atteggiamento positivo, una fata per madrina e, assolutamente, il giusto paio di scarpe”. Facile no?

La bella addormentata e la Sirenetta © Jared Muruyama

Qual è la fiaba a cui ispirarci se siamo dei sognatori? Ovvio, quella della Bella Addormentata. Il motto? “Prestare attenzione alla lista degli invitati alla tua festa e, soprattutto, non dare oggetti pungenti ai bambini.

Ultima ma non meno importante è la lezione che viene dalla favola della Sirenetta! Dobbiamo imparare una cosa fondamentale: “Leggere bene ogni contratto - soffermarci anche sulla lettera più piccola - prima di firmare!”.

Che cosa ci insegnano le fiabe, davvero. Siete ancora del parere che le favole siano roba per bambini? Secondo i fratelli Grimm, autori di molte fiabe - da Biancaneve a Raperonzolo - sembrerebbe proprio di no. E anche secondo gli antropologi: gli studi più recenti confermano che le fiabe classiche hanno origini molto antiche.

«Molto simili ai miti, le fiabe avevano - e hanno - la funzione di diffondere i valori di una comunità e le regole di comportamento» spiega Jack Zipes, professore emerito di lettere comparate all’Università Usa del Minnesota, uno dei massimi esperti sulla funzione e le origini delle fiabe. «Le brutte avventure che riguardavano i bambini, spesso poveri e orfani, erano ispirate dalla vita reale in cui erano endemici sfruttamento minorile, fame, violenza sui minori, mortalità infantile e da parto».

18 settembre 2014 Stella Tortora
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us