Psicologia

Avere un'alta autostima aiuta (e molto) nella vita

Credere in se stessi può avere effetti positivi su diversi aspetti della vita. Anche perché avere autostima non vuol dire essere narcisisti.

Una revisione della letteratura scientifica pubblicata su American Psychologist afferma che l'autostima può influire positivamente su diversi aspetti della nostra vita, come le relazioni, la scuola, il lavoro, la salute mentale e fisica, e la socialità. Avere fiducia in se stessi, però, è ben diverso dall'essere narcisisti: «Nonostante i due concetti spesso si sovrappongano», si legge sullo studio, «esistono importanti differenze concettuali tra autostima e narcisismo». 

Colloquio di lavoro
Chi soffre della sindrome dell'impostore non ha fiducia in se stesso, e crede che ogni traguardo raggiunto sia frutto di un'immeritata fortuna (per approfondire). © Shutterstock

Tanti benefici. I ricercatori hanno esaminato centinaia di studi longitudinali che rispondevano a domande sulle conseguenze a lungo termine di un'alta autostima (ad esempio Gli adolescenti con un'alta autostima tendono ad avere più successo nel lavoro?). I risultati hanno mostrato che, generalmente, chi si stima di più gode di maggior successo a scuola e nel lavoro, intesse migliori relazioni sociali, ha una migliore salute fisica e mentale, e meno comportamenti antisociali. Tutti questi benefici, sostengono gli esperti, persisterebbero dall'adolescenza alla vecchiaia.

Il narcisismo è diverso. Gli autori sottolineano l'importanza di distinguere tra narcisismo e autostima: mentre il narcisismo è caratterizzato da sentimenti di superiorità, grandiosità, egoismo e presunzione, l'autostima ha a che fare con l'accettazione e il rispetto di se stessi. I due atteggiamenti influiscono infatti in modo opposto nella nostra vita: se un'alta autostima porta ad esempio a migliorare le proprie relazioni sociali, il narcisismo le peggiora. Quanto scoperto, conclude lo studio, suggerisce che degli interventi mirati ad aumentare l'autostima potrebbero avere benefici non solo sui singoli, ma anche su intere società.

25 aprile 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us