Psicologia

Abbandonare per sempre l'auto ci rende più felici? Dipende

Non possedere più un'auto può essere una decisione che migliora la qualità della vita. Ma attenzione: deve essere una scelta, non una necessità.

Hai capito che una pedalata in bicicletta per muoverti in città allena il fisico e fa bene all'ambiente? O che ti muovi meglio con i mezzi o il motorino, evitando così il problema del traffico, del parcheggio e delle multe? Preferisci viaggiare in treno o in aereo perché sono mezzi più sicuri e perché almeno eviti di restare in coda in autostrada? 

Soprattutto dopo la pandemia che ha imposto lo smartworking e la crisi economica causata - anche - dalla guerra in Ucraina, ci sono diverse ragioni che stanno spingendo le persone a valutare di non possedere più un'automobile, liberandosi della vecchia e non acquistandone più una nuova. 

A favore di questa decisione - che migliorerebbe la qualità dell'aria delle nostre città -, un team di ricercatori dell'Università di Basilea, in Svizzera, ha esaminato i motivi che negli ultimi anni hanno spinto le persone a liberarsi della proprio vettura scoprendo, anche, che questa decisione aveva avuto conseguenze positive sulla qualità della vita.

Grazie ai dati dello Swiss Household Panel, che dal 2006 al 2017 ha registrato il benessere degli svizzeri, è infatti emerso che coloro che avevano smesso di usare l'automobile di proprietà - avvalendosi anche del car sharing - avevano raggiunto in circa tre anni una maggior felicità. Attenzione, però: abbandonare l'automobile non ha portato benefici a tutti. 

Infatti, al contrario delle persone che avevano abbandonato l'auto per scelta - spinti da motivi famigliari o di lavoro - per coloro che erano stati costretti a privarsene perché non potevano più permettersela, è stata registrata una diminuzione della soddisfazione di vita per i tre anni successivi, soprattutto perché non avevano adottato un'alternativa per spostarsi durante il tempo libero e avevano rinunciato a viaggiare. 

Insomma, trovare un'alternativa all'auto per spostarsi in città o per viaggiare potrebbe, forse, dare un pizzico di felicità in più. Non resta che provarci.

26 agosto 2022 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us