Psicologia

COVID-19: perché il distanziamento sociale sembra così innaturale

L'Homo sapiens è un animale sociale, evolutosi per stare in gruppo: è il motivo per cui l'isolamento da COVID-19 pesa (ma ci addattiamo).

Uno degli aspetti più difficili di questo frangente di storia è la necessità per il bene di tutti di restare a casa e ridurre le relazioni al proprio nucleo familiare stretto. Anche a chi ha la fortuna di essere in salute, questa misura di reciproca tutela dalla COVID-19 può risultare particolarmente dura da mettere in pratica. Le ragioni sono scritte in centinaia di migliaia di anni di evoluzione, come ben racconta un articolo su The Conversation.

Fatti per stare insieme. L'Homo sapiens appartiene a un gruppo animale che si distingue per le spiccate abilità sociali, quello dei primati. Rispetto ad altri mammiferi di uguale taglia, i primati hanno cervelli più grandi: una caratteristica correlata alle necessità di sopravvivenza, ma anche alla capacità di gestire relazioni sociali all'interno di un gruppo. Le dimensioni del cervello (in particolare della corteccia prefrontale orbitale) sono associate in modo lineare all'estensione della propria rete sociale: il volume del nostro organo pensante ci aiuta a gestire la complessa matassa di relazioni della vita di tutti i giorni. Essere in un gruppo significa imparare a capire le relazioni amicali e conflittuali e comportarsi di conseguenza. Gli esseri umani, che hanno cervelli più sviluppati dei loro più vicini primati, gestiscono rapporti abituali mediamente con 150 persone.

Un'organizzazione efficiente. Anche se impegnativo, vivere in gruppo è sempre stato, per l'uomo, molto vantaggioso: per allontanare i predatori, per procurarsi cibo, per trovare il partner più adatto o qualcuno che potesse accudire i piccoli al nostro posto. Per i cuccioli, crescere in un gruppo significa avere maggiori opportunità di imparare in un contesto protetto. Per tutti, vuol dire maggiori capacità di produrre, ricordare e trasmettere conoscenza.

Insomma, l'Homo sapiens è l'esemplare più "sociale" tra i primati, e al gruppo è legata - come constatiamo in questi giorni - la suddivisione del lavoro nella società: se alcuni possono stare (e lavorare) a casa, è perché altri si stanno occupando di produrre, vendere e trasportare beni di prima necessità.

andare oltre. Per tutte queste ragioni, le misure di distanziamento adottate in questi giorni possono sembrare surreali o suscitare un senso di solitudine. È naturale, ma non è la fine. Gli esseri umani sono eccezionalmente adattabili, e centinaia di migliaia di anni di allenamento alle relazioni sociali ci hanno insegnato ad intrecciarle anche a distanza, evolvendo capacità di linguaggio simboliche e incredibili competenze culturali e digitali: se così non fosse stato, non avremmo sviluppato una società tanto connessa e globalizzata.

La distanza che ci è imposta è di tipo fisico. Ogni giorno lavoriamo perché non diventi anche sociale.

30 marzo 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us