Psicologia

6 dritte per andare d'accordo con il capo

Per lavorare bene in un clima gratificante, è importante avere un buon rapporto con il nostro capo. Impresa impossibile? No, se si seguono alcune regole fondamentali.

Ufficio, colleghi e... il capo. Una triade a volte indigesta, perché non è facile mantenere buoni rapporti con tutti sul posto di lavoro, tanto meno con chi ci dà ordini. Ma poiché trascorriamo gran parte della nostra giornata proprio lavorando, e poiché se non si va d'accordo con il capo tutto risulta più difficile, proviamo a seguire poche ma valide regole per andare più d'accordo con il capo di turno.Ecco che cosa consiglia Odile Robotti, psicologa esperta di leadership e docente all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

1. Mete comuni. Cerca di capire dove vuole arrivare il tuo capo e di che cosa ha bisogno per arrivare al suo obiettivo. Per poi seguirlo più facilmente nella stessa direzione.

3. Comunicazione. C'è il capo che preferisce le informazioni via email e quello che preferisce ascoltare al telefono o di persona. Chi è più disponibile e ricettivo al mattino e chi a fine giornata, a lavoro concluso. Chi ritiene il weekend sacro e chi apprezza l'operatività continua. Una volta capito questo, potrai comunicare con lui più serenamente e ottenere maggior attenzione.

4. Paletti. La disponibilità sul lavoro è molto importante, ma è bene stabilire delle regole. Se abitui male il capo e dai una disponibilità continua, non lamentarti se poi ti cerca fuori dall'orario di lavoro. Meglio dare dei paletti subito, che lamentarsi (inutilmente) dopo.

5. Feedback. Che piaccia o meno, il capo è un alleato prezioso per la propria carriera: se è lì a dare ordini, di solito (non sempre) sa qualcosa più di te. Capire se è soddisfatto del tuo operato è utile, e ascoltarlo è sempre un valore.

6. Triangolazioni pericolose. Se sopra il tuo capo ce n'è un altro, evita di stabilire un rapporto troppo diretto con quest'ultimo. Essere scavalcati irriterebbe anche un santo.

16 novembre 2022 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us