Perché alcune persone di successo vestono sempre uguale? 13 esempi (e spiegazioni)

In principio fu Steve Jobs, ora seguono le sue orme Mark Zuckerberg e molti altri: l'abitudine di indossare abiti sempre uguali gode di buona fortuna, presso chi ricopre posizioni di responsabilità. E c'è una ragione scientifica.

aprireu_rtr2tqbicon_h_16.14163322matilda-kahl-one-outfit-woman-2reu_rtsbjt8con_h_00379192con_h_16.14362703con_h_00198726reu_rtr14xuzcon_h_9.01989902reu_rtr34phgspcontrasto-h4000135-bohr_and_einstein-spl_previewgli-astronauti-da-fazio-2con_h_00542016Approfondimenti
apri

Lo riconoscete? È il guardaroba di Mark Zuckerberg, un inconfondibile catalogo di magliette grigie e felpe, indovinate un po'... grigio scuro. Il creatore di Facebook ha postato questa foto sul suo profilo facendo un po' di autoironia - "Primo giorno di lavoro dopo il congedo di paternità: che cosa mi metto?" - ma in altre occasioni ha motivato la sua scelta in modo molto serio. Il motivo di questa monotonia non è la pigrizia, ma una precisa necessità condivisa da molti personaggi di successo. Il motivo? Ve lo spighiamo raccontandovi 13 esempi di persone geniali che vestono sempre allo stesso modo.

reu_rtr2tqbi

Mark Zuckerberg. Zuckerberg ha spesso raccontato di avere l'esigenza di ridurre al minimo le decisioni su questioni frivole e marginali, come l'abbigliamento, per concentrare le proprie energie sulle esigenze della community di utenti di Facebook. Le sfumature di grigio del suo guardaroba sono ormai così note che sono state prese di mira persino da un pesce d'aprile: H&M ha annunciato una - falsa - collezione disegnata da Zuck, che comprende soltanto jeans e magliette grigie. Lo slogan della campagna? "Una cosa in meno a cui dover pensare al mattino".

con_h_16.14163322

Steve Jobs. Ma forse Zuckerberg vuole soltanto seguire le orme di un suo illustre predecessore, a partire dalle piccole abitudini. Il dolcevita nero, i jeans e le scarpe da ginnastica che indossava Steve Jobs sono ora diventati quasi un codice condiviso presso i vertici di Apple. Anche se Jobs una volta aveva raccontato di aver provato a proporre una divisa comune per i suoi dipendenti, e di non esserci riuscito.

matilda-kahl-one-outfit-woman-2

Matilda Kahl. Anche se più di rado - forse perché, purtroppo, ci sono meno donne in posizioni di potere - la necessità di semplificare il guardaroba contagia anche le donne. Quella che vedete è Matilda Kahl, art director di una famosa agenzia pubblicitaria di New York, che un anno fa ha fatto scalpore per aver raccontato di aver indossato per tre anni, ogni giorno, la stessa "divisa da lavoro": una camicia di seta bianca e un paio di pantaloni neri. Secondo Kahl, questa accortezza le ha risparmiato un sacco di ore di indecisione davanti all'armadio, un'affermazione che ha buone basi scientifiche.

reu_rtsbjt8

Barack Obama. Per Daniel Levitin, professore di neuroscienze presso la McGill University di Montreal, Canada, ogni volta che il cervello deve prendere una decisione, indipendentemente dal tipo di scelta, consuma energia. Nel consumare glucosio, i neuroni non distinguono tra una decisione di poco conto o una che potrebbe risolvere conflitti internazionali. Ecco perché Barack Obama ha rivelato di vestire solo di grigio o di blu, e di non preoccuparsi mai dell'abbigliamento e di altre piccole decisioni, come cosa mangiare a colazione.

con_h_00379192

Sergio Marchionne. Poiché durante il giorno siamo bombardati da decisioni da prendere - a maggior ragione se si ricopre una posizione di potere - sottoporre al cervello un eccessivo sforzo rischia di togliere risorse alle scelte davvero importanti (nella foto, l'iconico maglioncino di Sergio Marchionne).

con_h_16.14362703

Giorgio Armani. Un altro maglione "seriale", ma molto più elegante, quello di Giorgio Armani.

con_h_00198726

Giorgio Strehler. Se si consuma energia in eccesso in decisioni poco importanti, ne rimarrà di meno per le valutazioni complesse, come quelle che comportano molti pro e contro, o quelle che necessitano compromessi. Qui, il grande registra teatrale italiano Giorgio Strehler, che vestiva sempre di nero.

reu_rtr14xuz

Dean Kamen. Il prezzo biologico che paghiamo a questa fatica decisionale è la "caduta" su alcune decisioni quotidiane, come la scelta di junk food per pranzo, o uno shopping sconsiderato di cose che non ci servono. Nella foto, Dean Kamen, eccentrico inventore del Segway e di altri progetti visionari. Indossa sempre camicia di jeans, jeans e stivali da lavoro.

con_h_9.01989902

Karl Lagerfeld. Lo stilista tedesco Karl Lagerfeld si concede ben poche variazioni sul tema: occhiali da sole, guanti in pelle, camicia chiara e giacca nera.

reu_rtr34phg

Christopher Nolan. Anche il regista e sceneggiatore britannico Christopher Nolan sposa la filosofia dell'"uniforme": la indossava a scuola e gli è rimasta l'abitudine. Non gli piace dover pensare a cosa mettersi, così spesso, a differenza di molti colleghi, va in giacca e camicia anche sul set.

spcontrasto-h4000135-bohr_and_einstein-spl_preview

Albert Einstein. Non è vero, come si sente spesso dire, che Albert Einstein avesse innumerevoli copie degli stessi abiti nell'armadio. La seconda moglie Elsa teneva moltissimo al suo look e alla ricercatezza dei suoi vestiti. Ma quando rimase vedovo, Einstein (qui con il collega e altro Nobel per la Fisica Niels Bohr) si dimostrò particolarmente fedele agli abiti di cotone e ai sandali. Non gli piaceva indossare le calze, e questo è vero. La storia di Einstein in una serie di foto poco note

gli-astronauti-da-fazio-2

Gli astronauti. Fateci caso, per gli astronauti non in missione l'uniforme di ordinanza è come una seconda pelle. Colpa dell'addestramento che li ha omologati? Non riescono a togliersi l'abitudine? No, colpa del regolamento che invita gli astronauti a vestire la loro uniforme durante gli incontri ufficiali. Ma nella vita normale vestono come tutti noi, in modo vario. E poco prima delle conferenze, entrano in bagno e si cambiano. Più o meno come Superman, ma più lentamente.
Leggi anche: gli abiti degli astronauti puzzano (e non c'è la lavatrice)

con_h_00542016

Il Papa. Più un'uniforme che un modo di vestire, la veste bianca di Papa Bergoglio è uno specchio dello stile di vita semplice scelto, fin da subito dal Pontefice. Francesco ha rinunciato agli ornamenti firmati e ai gioielli in oro usati da alcuni suoi predecessori e optato per il solo abito talare e un crocifisso d'argento.

Lo riconoscete? È il guardaroba di Mark Zuckerberg, un inconfondibile catalogo di magliette grigie e felpe, indovinate un po'... grigio scuro. Il creatore di Facebook ha postato questa foto sul suo profilo facendo un po' di autoironia - "Primo giorno di lavoro dopo il congedo di paternità: che cosa mi metto?" - ma in altre occasioni ha motivato la sua scelta in modo molto serio. Il motivo di questa monotonia non è la pigrizia, ma una precisa necessità condivisa da molti personaggi di successo. Il motivo? Ve lo spighiamo raccontandovi 13 esempi di persone geniali che vestono sempre allo stesso modo.